Ubriaco, prima litiga con il buttafuori poi picchia i carabinieri e li manda all'ospedale: arrestato

Grave episodio di violenza ieri sera davanti ad un locale di via Patrioti a Carpaneto: i carabinieri, arrivati sul posto dopo le segnalazioni di alcuni assembramenti, si sono visti sferrare calci e pugni da un 26enne ubriaco fradicio

Foto di repertorio

Quando ieri sera i carabinieri del Norm di Fiorenzuola sono arrivati davanti ad un locale di via Patrioti a Carpaneto, allertati dai residenti che segnalavano assembramenti, uno degli avventori, un piacentino di 26 anni se l’è presa con loro. Probabilmente agitato a causa degli effetti dell’alcol, ha iniziato a sferrare calci e pugni ai due militari. È stato arrestato per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale mentre i carabinieri hanno riportato ferite giudicate guaribili in cinque giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poco dopo le 23 di domenica 5 luglio alcuni cittadini hanno segnalato al 112 schiamazzi e trambusto nella zona di via Patrioti, a Carpaneto: alcuni ragazzi «hanno fatto “bordello” partendo a razzo con la macchina, suonando il clacson e urlando» - racconta un testimone su un social. Così la centrale operativa della Compagnia di Fiorenzuola ha inviato sul posto la pattuglia del Nucleo radiomobile. L’attenzione dei carabinieri è stata subito richiamata da un diverbio tra il buttafuori del locale e un cliente, un ragazzo di 26 anni. Pare fosse sporco di sangue sul viso, probabilmente poco prima era stato protagonista di un altro litigio venendo alle mani con il rivale. Dove e con chi al momento non si sa: dovranno chiarirlo i militari dell’Arma che, cercando di sedare la discussione tra il dipendente e l’avventore, sono stati a loro volta picchiati. Forse sotto l’effetto di alcol, il 26enne avrebbe iniziato a prendere a calci e pugni i due carabinieri di pattuglia, procurandogli alcune ferite, che a fatica sono riusciti a fermarlo. Sul posto anche un’ambulanza del 118. Il giovane è stato arrestato e, difeso dall’avvocato Nicola Natalicchio, è stato processato con rito direttissimo davanti al giudice Laura Pietrasanta: incensurato, è stato rimesso in libertà e il processo è stato rinviato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Due positivi in discoteca e mancanza delle norme anti Covid». Disposta la chiusura del Paradise

  • «Raccontai a Papaleo perché è onesto, Montella era intoccabile. In tanti mancano ancora all'appello»

  • Muore schiacciato dal trattore mentre lavora nei campi

  • Coronavirus, quindici nuovi casi in un giorno a Piacenza e un decesso

  • Schianto in autostrada ad Arezzo, muore 24enne piacentino

  • Altoè, 55enne muore alla guida dell'auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento