Don Angelo risponde alle domande del giudice, l'avvocato chiede la scarcerazione

Don Angelo Bertolotti, il sacerdote 60enne arrestato venerdì scorso dalla polizia, è stato interrogato dal gip Adele Savastano la mattina del 13 novembre nel carcere delle Novate dove si trova richiuso, da venerdì scorso, in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare a suo carico

Don Angelo Bertolotti, il sacerdote 60enne arrestato venerdì scorso dalla polizia, è stato interrogato dal gip Adele Savastano la mattina del 13 novembre nel carcere delle Novate dove si trova richiuso, da venerdì scorso, in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare a suo carico. Il prete piacentino, assistito dall'avvocato Andrea Perini del Foro di Piacenza, ha risposto alle domande del giudice riguardo i presunti maltrattamenti nei confronti degli ospiti del centro Manfredini di via Beati, da lui fondato una trentina d'anni fa, e che accoglie persone con disabilità psichiche. Una serie di circostanze raccolte dagli agenti della squadra mobile di Piacenza in mesi di indagini coordinate dal pm Emilio Pisante, e sulle quali l'indagato ha fornito la propria versione. L'avvocato Perini ha quindi chiesto la scarcerazione di don Angelo e l'applicazione della misura degli arresti domiciliari. Richiesta sulla quale sia il gip che il pm hanno espresso riserva. La decisione sarà presa entro cinque giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento