Cronaca

Dopo don Mario se ne va anche il fratello Giovanni, parroco del Pilastro

A pochi giorni dal fratello don Mario se ne va anche il fratello Giovanni, parroco della Madonna del Pilastro. Il sindaco di Gragnano Patrizia Calza: «Per chi come me ha sempre vissuto a Gragnanino è un po' come perdere una persona di famiglia»

Don Giovanni Boselli

E’ morto nella mattina del 14 marzo don Giovanni Boselli. Nato il 18 luglio 1932 (gemello di don Mario, recentissimamente deceduto), già parroco e rettore del Santuario della Beata Vergine Maria del Pilastro. Da tempo malato, risiedeva nella canonica del santuario. La sepoltura avverrà in forma privata. In ossequio delle norme di sicurezza, non si possono tenere veglie di preghiere, nemmeno riti di esequie. «Questi giorni terribili si sono portati via anche Don Giovanni Boselli, a pochi giorni dalla morte del fratello Don Mario. Per chi come me ha sempre vissuto a Gragnanino è un po' come perdere una persona di famiglia. Quando Don Giovanni arrivò al Pilastro, ormai tanti anni fa, io cominciavo a frequentare il catechismo. Con lui cominciai a conoscere e ad amare la lettura del Vecchio e del Nuovo Testamento», scrive il sindaco di Gragnano Patrizia Calza.

prete parroco chiesa-2«Egli portò una sferzata di novità nella piccola comunità . Ricordo gli incontri, i canti che lui accompagnava con la pianola, le gite assai partecipate da tutti, piccoli e adulti, e poi i lavori al Santuario della Madonna del Pilastro di cui si occupò sempre con grande cura e che cercò di valorizzare in ogni modo. E ancora l'intuizione profetica della dedicazione del Santuario alle "Vittime della Strada". Le processioni a cui teneva molto, le più lontane nel tempo con carri e petali di rose lungo la strada, le più recenti nello spazio della nuova Via Crucis. Le sue omelie  - conclude il primo cittadino - erano semplici ma efficaci, i suoi modi sobri e riservati. Tuttavia non mancava mai di far arrivare una parola di incoraggiamento o di sostegno . Se ne va un po' come ha vissuto, silenziosamente, senza la vicinanza fisica della sua comunità. L'emergenza sanitaria ora non lo consente . Sono certa tuttavia che, in futuro, tornati finalmente alla normalità, Gragnanino troverà il modo per insieme ricordarlo e affidarlo alla Madonna.
Addio Don Giovanni»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo don Mario se ne va anche il fratello Giovanni, parroco del Pilastro

IlPiacenza è in caricamento