Dopo il Giorno della Memoria, proseguono le iniziative per non dimenticare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Proseguono, anche nei prossimi giorni, le iniziative volte a custodire e trasmettere la memoria dell’Olocausto, rendendo onore alle vittime dell’immane tragedia.

Domani, giovedì 28 gennaio, alle 10.30, sarà il Conservatorio Nicolini a ospitare 300 studenti delle scuole medie inferiori, che assisteranno all’esecuzione di alcuni brani musicali e, soprattutto, alla videotestimonianza di Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, dove fu deportata all’età di 10 anni.

Venerdì 29, sempre alle 10.30, all’auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano, Carlo Greppi approfondirà il tema della persecuzione degli Ebrei d’Europa e della “zona grigia” delle responsabilità, per una platea di 250 studenti degli istituti superiori. In chiusura, l’orchestra del liceo Gioia, eseguirà un brano musicale della tradizione ebraica.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento