menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo sei anni incontra per caso l'uomo che la rapinò e ferì con un cacciavite e lo fa denunciare

Dopo sei anni si è trovata davanti l'uomo che nel 2014 l'aveva aggredita brutalmente sul Pubblico Passeggio, gli ha scattato una foto e ha chiamato la polizia che in pochi secondi lo ha bloccato e poi denunciato

Dopo sei anni si è trovata davanti l'uomo che nel 2014 l'aveva aggredita brutalmente sul Pubblico Passeggio, gli ha scattato una foto e ha chiamato la polizia che in pochi secondi lo ha bloccato. Protagonista della vicenda una moldava, allora 40enne, che mentre era sul Facsal in bici era stata rapinata di una catenina da un uomo descritto come di colore e molto alto. Il malvivente l'aveva buttata a terra, ferita anche con un cacciavite e nell'aggressione le aveva anche strappato i vestiti, poi era scappato e di lui si erano perse le tracce. Nei giorni scorsi, dopo sei anni, la donna se lo è trovato davanti in via Manfredi, lo ha riconosciuto senza ombra di dubbio ed riuscita a fargli una foto. Con lo scatto si è precipitata in questura e prontamente le volanti lo hanno individuato  nei pressi di via Manfredi: è un nigeriano di 25 anni. E' stato portato in questura dove è stato denunciato per rapina aggravata e lesioni personali ed è risultato anche essere irregolare sul territorio. Con i poliziotti si è mostrato sorpreso: «Cosa ho fatto per essere portato in questura?». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Podenzano, Piva toglie le deleghe all’assessore Scaravella

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento