Dopo sei anni incontra per caso l'uomo che la rapinò e ferì con un cacciavite e lo fa denunciare

Dopo sei anni si è trovata davanti l'uomo che nel 2014 l'aveva aggredita brutalmente sul Pubblico Passeggio, gli ha scattato una foto e ha chiamato la polizia che in pochi secondi lo ha bloccato e poi denunciato

Dopo sei anni si è trovata davanti l'uomo che nel 2014 l'aveva aggredita brutalmente sul Pubblico Passeggio, gli ha scattato una foto e ha chiamato la polizia che in pochi secondi lo ha bloccato. Protagonista della vicenda una moldava, allora 40enne, che mentre era sul Facsal in bici era stata rapinata di una catenina da un uomo descritto come di colore e molto alto. Il malvivente l'aveva buttata a terra, ferita anche con un cacciavite e nell'aggressione le aveva anche strappato i vestiti, poi era scappato e di lui si erano perse le tracce. Nei giorni scorsi, dopo sei anni, la donna se lo è trovato davanti in via Manfredi, lo ha riconosciuto senza ombra di dubbio ed riuscita a fargli una foto. Con lo scatto si è precipitata in questura e prontamente le volanti lo hanno individuato  nei pressi di via Manfredi: è un nigeriano di 25 anni. E' stato portato in questura dove è stato denunciato per rapina aggravata e lesioni personali ed è risultato anche essere irregolare sul territorio. Con i poliziotti si è mostrato sorpreso: «Cosa ho fatto per essere portato in questura?». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Due positivi in discoteca e mancanza delle norme anti Covid». Disposta la chiusura del Paradise

  • Rischia di annegare in piscina, salvata bambina di due anni

  • Salvini: «Il comandante dei carabinieri di Piacenza scelto dal ministro De Micheli»

  • «Raccontai a Papaleo perché è onesto, Montella era intoccabile. In tanti mancano ancora all'appello»

  • Dopo il frontale con un tir finisce nel canale, 20enne gravissimo

  • Muore schiacciato dal trattore mentre lavora nei campi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento