Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Dopo sei mesi torna nella panetteria dove lavorava per rubare, denunciato

Si tratta di un 51enne di Piacenza e con precedenti: lo scorso 28 settembre si era introdotto in una panetteria di Castellarquato, dove lavorava: aveva rubato seimila euro dalla cassaforte. Rintracciato grazie alle impronte

Foto di repertorio

A marzo 2020 era stato posto in cassa integrazione: a causa della pandemia non poteva più lavorare nella panetteria dove era stato assunto. A distanza di sei mesi era ritornato sul luogo di lavoro per rubare. È stato incastrato il ladro che il 28 settembre scorso aveva rubato seimila euro in contanti nella cassaforte de “La casa del pane” di Castellarquato. Si tratta di un 51enne di Piacenza e con precedenti analoghi. La notte in cui si era introdotto nel negozio aveva aperto una piccola cassaforte inserendo il codice digitale. Era riuscito a rubare seimila euro ma non si impossessò dei monili in oro per un valore di circa 10mila euro che erano custoditi nella cassaforte. Sul posto era stato eseguito un sopralluogo dai carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola e vennero rilevate alcune impronte digitali. In seguito alle indagini dei militari della Stazione di Castello, con il comandante Marcello Colella, e all’analisi comparativa delle impronte rilevate con quelle inserite nella banca dati nazionale, gli uomini dell’Arma hanno rintracciato il 51enne che è stato denunciato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo sei mesi torna nella panetteria dove lavorava per rubare, denunciato

IlPiacenza è in caricamento