Due nuovi strumenti per Pediatria donati dagli studenti della scuola Anna Frank

La comunità di Piacenza è sempre più sensibile alle esigenze del reparto di Pediatria e Neonatologia dell’ospedale

La comunità di Piacenza è sempre più sensibile alle esigenze del reparto di Pediatria e Neonatologia dell’ospedale. Nelle scorse settimane sono stati acquistati strumenti molto utili alle esigenze degli operatori sanitari, per rendere ancora più efficace l’assistenza ai piccoli pazienti. In particolare, grazie alla donazione di un gruppo di studenti della scuola secondaria Anna Frank, fatta nello scorso anno scolastico, sono stati acquisiti un oftalmoscopio e un saturimetro da tavolo. Il primo strumento – spiega il coordinatore del nido Roberta Re – è già utilizzato per lo screening neonatale del riflesso rosso. Il test è importante per il precoce riconoscimento di alcune patologie che possono compromettere la vista dei bambini come cataratta, glaucoma, anomalie retiniche, tumori dell’occhio o gravi errori di rifrazione. Lo screening consiste nell’osservare il fondo oculare dopo aver proiettato un fascio luce nell’occhio del neonato con l’oftalmoscopio: se il riflesso rosso è ben visualizzabile e quindi presente in entrambi gli occhi, vuol dire che il piccolo non ha problemi.

Il saturimetro – aggiungono le coordinatrici del reparto Barbara Cavalli e Monica Nempi - si utilizza invece per controllare in modo continuo lo stato di ossigenazione del sangue. “Siamo molto orgogliosi di questa donazione che è arrivata da un gruppo di studenti della scuola media, che l’anno scorso hanno utilizzato le ore di doposcuola per produrre alcuni oggetti sotto l’attenta guida dell’insegnante Laura Bertoncini. I fondi raccolti (1300 euro) sono stati poi donati al reparto”. Come spiegato dalla docente, Giulia Biasini, Anagreta Gobbi, Sara Mitrova, Marina Mozzani, Jasmine Meledie ed Elena Parenti ci tenevano molto a destinare il ricavato dei loro lavori a beneficio dei piccoli pazienti di Pediatria.
Anche l’associazione Onlus William Bottigelli, da tempo sostenitrice di molte iniziative benefiche a favore dell’ospedale di Piacenza, ha recentemente formalizzato una donazione al reparto. Il sodalizio, che è nato per tenere viva l’immagine del giovane attraverso azioni benefiche utili a molti, ha permesso al personale di avere a disposizione un altro saturimetro da tavolo e un monitor per la rilevazione di diversi parametri vitali dei bambini.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento