«E' negativo il saldo degli agenti in servizio alla questura di Piacenza»

Nota del sindacato di polizia Siap: «Far passare per rinforzi assegnazioni di personale già anziano con un numero inferiore alle uscite, ci appare davvero poco rispettoso nei nostri confronti e nei confronti dei cittadini»

Così come da tempo denunciamo, nonostante strane resistenze che tentano invano di smentirci, la stessa questura continua ad essere da tempo ignorata per quanto riguarda le assegnazioni di agenti di polizia di nuova nomina nonostante in questa città, attraverso la scuola allievi agenti, agenti se ne sono formati a centinaia mentre, al contrario, continuano ad essere assegnati agenti di nuova nomina alle città confinanti – Parma, Pavia, Cremona e Lodi - nonostante il personale di polizia in questa provincia sia sempre più anziano e continui a diminuire, causa continui pensionamenti e altre situazioni, non notiamo una decisa inversione di marcia che possa da una parte ridare numeri sufficienti a far fronte agli impegni sempre più consistenti, e dall’altra che  possa ringiovanire il personale in un mestiere dove gli anni contano eccome. 

Tutto questo accade nonostante il personale di polizia sia chiamato sempre più ad intervenire contro una delinquenza feroce e nonostante il moltiplicarsi delle incombenze amministrative soprattutto nel settore immigrazione, nell’accoglienza e nel terrorismo.

E’ bene sapere che il primo gennaio 2015 il personale di polizia in questura era 180 unità contro gli oltre 200 dell’anno 2003: una diminuzione che noi del Siap avevamo preventivato, mentre il primo gennaio del 2016 il personale di polizia era 178 e allo stato attuale è di 177 con l’aggiunta di un prossimo pensionamento che vuol dire 176. Ovvero: meno 4 dal primo gennaio 2015. Tra questi 176, cinque operatori, per vari motivi, non prestano e non presteranno più servizio. Quindi, concretamente, si scende a 171.

Se vogliamo essere buoni, e calcoliamo solo i dati sulla carta dal primo gennaio 2015, ovvero 180, a fronte delle 4 uscite, inviare solo due agenti già in servizio da anni in polizia in altre città, il totale non è +2 ma meno 2.   

Far passare per rinforzi assegnazioni di personale già anziano con un numero inferiore alle uscite, ci appare davvero poco rispettoso nei nostri confronti e nei confronti dei cittadini che si aspettano notizie concrete e reali e non certamente “tarocche”. Proprio per questo bene ha fatto il questore Arena ad ammettere che presso la questura, per andare avanti bene, mancano almeno 10 poliziotti. 

Tra l’altro bisogna fare conto anche del fatto che tra i poliziotti in servizio alla questura piacentina ci sono agenti avanti con l’età che non possono effettuare più determinati servizi, circa 22 operatori tecnici che non possono effettuare servizio operativo e una gran fetta di personale graduato – circa 35 - che non può essere impiegato in servizi operativi ordinari come le volanti. Tutto questo, oltre alle nostre segnalazioni, sappiamo che la questura lo ha più volte comunicato al dipartimento, ma pare non sia preso in considerazione.

Pertanto, questo volantino è uno strumento democratico di dissenso che speriamo, in questa fase di trasferimenti, aldilà di a chi piace dire che va tutto bene pere motivi ormai noti, possa servire a sensibilizzare chi è preposto a decidere sul futuro di una città che non può più permettersi che il personale di polizia diminuisca, anche per la sicurezza dei nostri colleghi che, sempre più, sono chiamati ad intervenire su più fronti contro chi non ha rispetto delle istituzioni. e su risse ormai quasi quotidiane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Cade dalle scale di casa e batte la testa, è grave

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

Torna su
IlPiacenza è in caricamento