Cronaca

"E se la mafia bussasse alla tua porta?": al Tramello un confronto sulla criminalità organizzata

Sabato 30 maggio si terrà l'evento conclusivo del progetto di educazione alla legalità che ha impegnato i ragazzi dell'IT Tramello. Si affronteranno le tematiche delle infiltrazioni mafiose in Emilia Romagna con particolare attenzione al campo dell'edilizia

La locandina dell'evento "E se la mafia bussasse alla tua porta?"

Sabato 30 maggio si terrà l'evento conclusivo del progetto di educazione alla legalità che ha impegnato i ragazzi dell'IT Tramello. Il progetto realizato da Libera, coordinamento di Piacenza, Arci, Cgil,  Coop Consumatori Nordest con il contributo del Comune di Piacenza ha affrontato le tematiche delle infiltrazioni mafiose in Emilia Romagna con particolare attenzione al campo dell'edilizia. 
E' importante studiare e progettare pratiche positive di lotta all'infiltrazione mafiosa per questo sabato i ragazzi si confronteranno con il giornalista Mattia Motta e con Beatrice Fonti dell'ordine degli Ingegneri di Modena e zia del giornalista Giovanni Tizian, sull'operazione aemilia, sul processo Femia, sui pericoli nei cantieri edili, sulla carta etica delle professioni intellettuali e appunto le buone pratiche messe in atto a Modena. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"E se la mafia bussasse alla tua porta?": al Tramello un confronto sulla criminalità organizzata

IlPiacenza è in caricamento