Cronaca

E' ucraino ma ha patente e carta d'identità romeni e falsi: arrestato

Arrestato dai carabinieri di San Giorgio un operaio ucraino di 43 anni che si spacciava per romeno: in tasca documenti falsi pagati 2mila euro

Il 20 maggio intorno alle 5.30, i carabinieri di San Giorgio hanno arrestato un operaio di 43 anni per possesso e fabbricazione di documenti falsi. L'uomo, un ucraino che da qualche tempo abita in paese,lungo la provinciale che attraversa la frazione di San Polo è stato fermato dalla pattuglia dei carabinieri a bordo di un Fiat Ducato mentre si stava recando a lavoro. Durante il controllo il 43enne ha dato agli operanti i documenti di guida e d’identità. Sebbene, da una prima visione, non si riscontravano anomalie sui documenti presentati che erano stati rilasciati dalle autorità romene, considerato che l’operaio era da tempo conosciuto ai militariquale cittadino di nazionalità ucraina, è stato accompagnatoi in caserma di via Beverora per approfondire il controllo. Così i militari, dopo accurate verifiche, hanno accertato che i documenti d’identità e di guida non erano “genuini”: erano stati rilasciati dalle autorità romene e riportavano generalità diverse. Lo stesso operaio poi ha detto ai carabinieri di San Giorgio di averli pagati circa 2mila euro. Sono stati, quindi, sottoposti a sequestro. L'uomo non aveva mai conseguito la patente. Il 43enne è stato arrestato per possesso e fabbricazione di documenti falsi e condotto presso il suo domicilio in regime degli arresti domiciliari. Nella giornata odierna è previsto il rito direttissimo dinanzi al Tribunale di Piacenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' ucraino ma ha patente e carta d'identità romeni e falsi: arrestato

IlPiacenza è in caricamento