«E' una memoria storica della città»: in pensione il colonnello dei carabinieri Cappellano

Dopo quasi quarant'anni di servizio, di cui venti trascorsi in Piacenza, il colonnello Edoardo Cappellano lascia il servizio attivo: «L'Arma è composta da tantissime persone meravigliose che ho avuto la fortuna di conoscere in tutti questi anni, e ciò mi rende ogni giorno sempre più orgoglioso»

Da sinistra il colonnello Corrado Scattaretico, il colonnello Edoardo Cappellano e il colonnello Luca Pietranera

Dopo quasi quarant’anni di servizio, di cui venti trascorsi in Piacenza, il colonnello Edoardo Cappellano lascia il servizio attivo. Circondato da tutti i militari del comando provinciale di viale Beverora ha salutato, visibilmente commosso, l'Arma nella mattinata del 29 ottobre: «Ringrazio tutti i miei uomini e mia moglie che mi è sempre stata accanto. L'Arma è composta da tantissime persone meravigliose che ho avuto la fortuna di conoscere in tutti questi anni, e ciò mi rende ogni giorno sempre più orgoglioso».

«Ci lega un'amicizia lunga 25 anni e nei suoi confronti nutro una stima e un'ammirazione profonda. Oggi perdo il collaboratore più importante, quello più vicino, un amico vero e la memoria storica di Piacenza che rimarrà sempre parte integrante, una colonna fondamentale dell'Arma piacentina», ha commentato il comandante provinciale dei carabinieri Corrado Scattaretico. 

LA NOTA DELL'ARMA - Originario di Belpasso (Catania), dopo quasi quarantanni anni di duro ed onorato servizio nella “Benemerita”, di cui ben 20 trascorsi a Piacenza, lascia il servizio attivo per limiti di età. Trentotto anni di grande lavoro che lascia nei suoi carabinieri e nella cittadinanza un ricordo indelebile ed un’ approvazione generale. In questi anni, ha posto al centro delle sue attenzioni il contrasto alla criminalità organizzata e l’efficienza dei numerosi e prestigiosi  Comandi dell’Arma a lui affidati. Una carriera brillante quella del colonnello coronata dai numerosi riconoscimenti per le brillanti operazioni di servizio portate a compimento. All’età di 59 anni raggiunge il pensionamento con la consapevolezza di aver servito la patria con ogni mezzo e tra i ringraziamenti della cittadinanza e dei colleghi in servizio. Ha svolto un’opera intensa, caratterizzata da un eccezionale attaccamento alla Istituzione costellata da numerosi apprezzati successi come - solo a titolo di esempio - la operazione Grande Drago, la prima importante indagine antimafia concepita e portata a termine in provincia. Il colonnello Edoardo Cappellano, in virtù della variegata intensa esperienza maturata anche in altre aree nazionali, in momenti storici difficili per la Nazione, è diventato autorevole punto di riferimento per i Comandi dell‘Arma della provincia. Ha sempre sostenuto che l’esempio, la passione e lo spirito di sacrificio siano i mezzi migliori per ottenere i risultati che contano, preferendo sempre di far parlare i fatti e gli atti compiuti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento