Cronaca

Ecco le nuove regole per chi porta il cane nelle aree sgambamento

Presentate le tredici regole d'oro per poter utilizzare le aree di sgambamento per animali in città. I trasgressori, oltre a una multa fino a 500 euro, rischiano il divieto di accesso alle aree

I trasgressori, oltre a una multa fino a 500 euro, rischiano il divieto di accesso alle aree

E’ stata presentata questa mattina l’ordinanza sindacale che disciplina l’uso delle aree di sgambamento cani sul territorio urbano. A illustrare il provvedimento, riguardante gli aspetti di igiene, pulizia e decoro degli spazi in questione, nonché la sicurezza e l’incolumità dei frequentatori, sono intervenuti l’assessore alla Tutela Animali Katia Tarasconi e il dottor Carlo Riccio, veterinario dell’Azienda Usl. La nuova ordinanza comunale si basa su una serie di regole che i proprietari degli animali dovranno rispettare rigorosamente, altrimenti saranno multati con sanzioni amministrative pecuniarie (da  euro 25,00 ad euro 500,00) e, se recidivi, con il divieto di accedere alle aree.

Ecco le nuove regole dell’ordinanza: 1) i cani possono essere lasciati liberi da guinzaglio purché sotto il controllo dell’accompagnatore; 2) ogni conduttore è responsabile del proprio cane. Per evitare eventuali conflitti non gestibili in sicurezza, ciascun accompagnatore dovrà valutare l’opportunità di accedere e permanere col proprio cane in base agli altri cani già presenti; 3) nel caso di cani con problemi comportamentali, devono essere adottati, museruola e/o guinzaglio. 4) ogni accompagnatore potrà permanere con il proprio cane all’interno dell’area per un tempo massimo di 15 minuti nel caso in cui altri cani, con lui incompatibili, stiano aspettando di accedere; 5) deve essere consentita la verifica del cane come dotato di microchip o tatuaggio da parte della vigilanza; 6) devono essere rispettati i seguenti orari di accesso: dalle ore 7,00 alle ore 22,00 (dal 1 ottobre al 31 marzo) dalle ore 7,00 alle ore 23,30 (dal primo aprile al 30 settembre); 7) è vietato condurre cani privi di protezione contro gli ectoparassiti quali pulci e zecche, nonché femmine in fase di proestro ed estro per evitare conflitti fra  maschi; 8) è vietato gettare a terra rifiuti di ogni tipo; 9) è vietato introdurre sedie, panchine, brandine ed altre attrezzature per attuare giochi coi cani,  salvo che le stesse non vengano rimosse di volta in volta;  10) è vietato lasciare avanzi di cibo; 11) è vietato l’accesso con cicli, motocicli, ecc. 12) gli accompagnatori sono tenuti ad evitare che l’animale rechi danno alle piante, alle strutture ed alle attrezzature; 13) è fatto obbligo di asportare le eventuali deiezioni solide, porle in sacchetti impermeabili e smaltirle negli appositi contenitori.

Ecco le aree di sgambamento in città:

QUARTIERE N. 2

-       Via Tortona                                                       

-       Via Molinetto                                   

-       Via Boscarelli

                    QUARTIERE N. 3

-        Via Buozzi                                       

-        Via Negri

-        Parco Galleana

-       Via Cornegliana             

                     QUARTIERE  N.4

-       Via Rigolli     

-       Via Marinai d’Italia

-       Via Modena

-       Via Penitenti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco le nuove regole per chi porta il cane nelle aree sgambamento

IlPiacenza è in caricamento