Educazione fiscale nelle scuole: arriva il concorso "Sostieni la legalità"

Proprio per sottolineare il valore della solidarietà, quest’anno il concorso "Sostieni la legalità" prenderà il via il prossimo 4 ottobre, prima giornata del dono della Repubblica Italiana

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Far partecipare in prima persona gli studenti all’educazione fiscale, con un prodotto che rappresenti l’importanza del pagamento dei tributi, ma anche sensibilizzarli sul valore della solidarietà. Questi sono i principali obiettivi del concorso "Sostieni la legalità", promosso dall’Agenzia delle Entrate e dall’ufficio Scolastico regionale per l’Emilia-Romagna nell’ambito del progetto "Fisco e Scuola".

Proprio per sottolineare il valore della solidarietà, quest’anno il concorso "Sostieni la legalità" prenderà il via il prossimo 4 ottobre, prima giornata del dono della Repubblica Italiana (legge 110/2015).  

Il progetto "Fisco e Scuola" è nato nel 2004 dalla collaborazione tra Agenzia e ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, per sensibilizzare i giovani sui principi fondamentali della legalità fiscale e diffondere la cultura contributiva, intesa come educazione alla concreta partecipazione dei cittadini alla realizzazione e al funzionamento dei servizi pubblici. La collaborazione tra i due enti ha già visto l’attuazione in Emilia-Romagna di numerose iniziative che hanno interessato scuole di ogni ordine e grado. Soltanto nell’ultimo anno le iniziative realizzate in regione hanno coinvolto più di 3.500 studenti.

Il concorso è riservato alle classi che hanno aderito a "Fisco e Scuola". Gli studenti che desiderano partecipare devono presentare prodotti (fumetti, temi, video, spot, sceneggiature, canzoni) volti a promuovere il valore etico e costituzionale del pagamento delle tasse.

E’ possibile aderire dal 4 ottobre 2015 fino al 1 aprile 2016, mentre il termine ultimo per la presentazione degli elaborati è il 22 aprile. 

Un’apposita commissione esaminatrice, composta da rappresentanti dell’Agenzia delle Entrate, dell’Ufficio Scolastico Regionale e da un giornalista professionista, valuterà i lavori presentati e designerà i vincitori. Il miglior elaborato per ogni sezione del concorso (scuola primaria, secondaria di I grado e secondaria di II grado) sarà premiato con dei buoni (libro/DVD/dispositivi elettronici d’ausilio all’attività didattica).

Raccogliendo il messaggio della legge 110/2015, l’iniziativa è anche l’occasione per sensibilizzare i giovani alla cultura del dono.

Per questa edizione, le scuole vincitrici individueranno una scuola, operante presso una struttura ospedaliera della regione, destinataria di una donazione in denaro dei dipendenti dell’Agenzia Entrate dell’Emilia-Romagna.

Tutte le informazioni riguardanti il concorso sono disponibili sul sito dell’Agenzia Entrate Emilia-Romagna (https://emiliaromagna.agenziaentrate.it), nella pagina dedicata al progetto "Fisco e Scuola", e su quello dell’ufficio Scolastico regionale per l’Emilia-Romagna (www.istruzioneer.it).

Torna su
IlPiacenza è in caricamento