Cronaca Località Fossadello

Trovata cadavere in Nure, disposta l'autopsia sulla 67enne

Elda Bonola, 67enne di Monticelli, si era persa tra i campi mentre faceva ritorno a casa nella serata di mercoledì 12 maggio. Giovedì mattina l'hanno trovata senza vita, lungo l'argine del Nure a Fossadello di Caorso, i volontari della protezione civile e i carabinieri

I carabinieri sul luogo del ritrovamento del cadavere (foto Trespidi) e, a lato, Elda Bonola

È stata disposta l’autopsia per chiarire l’esatta causa della morte di Elda Bonola, la 67enne di Monticelli dispersa dal pomeriggio di mercoledì 12 maggio e ritrovata senza vita nel Nure nella mattinata di giovedì 13. Mercoledì la donna era uscita di casa e al ritorno, deviando il percorso con la sua auto, si era persa nelle campagne di Fossadello. Sono partite subito le ricerche, coordinate dai carabinieri e con in prima linea i volontari di protezione civile, proseguite fino a tarda serata con il ritrovamento dell’auto e poi la mattina successiva quando, intorno alle 10.30 è stato ritrovato il cadavere.

LA SCOMPARSA – Mercoledì pomeriggio la 67enne, che vive con il compagno dipendente del Comune di Monticelli, pare abbia lasciato l’abitazione per alcune commissioni. Mentre percorreva la strada Provinciale 10 per fare rientro a casa, avrebbe deciso di deviare il percorso in quanto il traffico era bloccato a causa di alcuni lavori di asfaltatura in corso in questi giorni. Ha così percorso alcuni chilometri lungo strade di campagna, alcune carraie. Si è persa e, nel panico e in stato confusionale, ha iniziato a mettersi in contatto con i famigliari, senza riuscire a fornire indicazioni utili per essere in qualche modo raggiunta. Intanto avrebbe continuato a vagare mentre i parenti nel tardo pomeriggio si sono recati dai carabinieri di Monticelli per denunciarne la scomparsa e chiedere il loro aiuto.

LE RICERCHE – I militari dell’Arma del paese, guidati dal maresciallo Raffaello Gnessi, si sono subito attivati per rintracciare la posizione della donna, grazie anche alla cella telefonica. Una volta individuata la possibile area in cui poteva trovarsi, hanno attivato le squadre della protezione civile di Caorso e Monticelli con i rispettivi coordinatori Giancarlo Vigevani e Daniele Migliorati. Tra i volontari anche il sindaco Gimmi Distante e le nipoti della 67enne. Alle 23 era stata trovata l’auto, una Lancia Y posteggiata lungo una carraia nei pressi dell’agriturismo Boschi Celati di Fossadello. Poco dopo l’una la sospensione delle ricerche, poi proseguite con le prime luci dell’alba nella mattinata di giovedì.

IL RITROVAMENTO – I volontari, supportati anche da un drone, e i parenti della donna hanno battuto le strade bianche che costeggiano i terreni e l’argine del Nure. Mentre perlustravano attentamente un’area fitta di vegetazione lungo la sponda destra hanno avvistato il corpo esamine, riverso in acqua. Probabilmente vagando per cercare la via di casa, ha raggiunto l’argine del torrente: qui sarebbe scivolata e nel tentativo di rialzarsi sarebbe caduta in acqua dove è stata ritrovata. Insieme alle squadre della protezione civile c’erano anche i carabinieri e sul posto è arrivato il maggiore Biagio Bertoldi, comandante della Compagnia di Fiorenzuola, che ha avvisato il Pm di turno Daniela Di Girolamo. Intervenuti anche medico e infermiere del 119 per la constatazione del decesso e nel pomeriggio i vigili del fuoco con il nucleo Saf per il recupero della salma. Dopo il nulla osta alla rimozione è stato affidato all’impresa di pompe funebri Montani per il trasporto nella camera mortuaria, in attesa dell'autopsia disposta dal Pm.

ELDA BONOLA – La 67enne viveva a Monticelli con il compagno. Aveva perso il marito nei mesi scorsi a causa Covid e anni fa anche il figlio a causa di un incidente stradale. Era conosciuta in paese dove saltuariamente veniva chiamata a lavorare in alcune abitazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata cadavere in Nure, disposta l'autopsia sulla 67enne

IlPiacenza è in caricamento