«Massimo invaghito di Elisa? Lei lo vedeva solo come amico»

Seconda giornata di ricerche tra Sariano e Castellarquato per Elisa Pomarelli e Massimo Sebastiani: ancora nessuna traccia del 45enne e della 28enne scomparsi da domenica. Intanto le indagini dei carabinieri proseguono. Parlano i parenti della 28enne: siamo preoccupati, speriamo di riabbracciarla

Il campo base a Sariano. Nel riquadro Elisa Pomarelli e Massimo Sebastiani

Elisa Pomarelli e Massimo Sebastiani non si trovano. Li stanno cercando senza sosta ormai da 48 ore decine di uomini messi in campo dalla Prefettura. Un dispiegamento imponente per trovare la coppia, dopo l'ultimo avvistamento insieme a pranzo il 25 agosto all'Osteria del Lupo a Ciriano di Carpaneto.

«Massimo nel tempo libero tagliava la legna nei boschi e conosceva bene il territorio» afferma chi lo conosce. Per questo i carabinieri pensano che possa aver trovato forse rifugio in un capanno in una zona boschiva. Alcuni conoscenti lo descrivono come «un uomo capace di adattarsi anche a situazioni estreme sia di caldo, sia di freddo e in luoghi impervi e inospitali». Sebastiani, tornitore 45enne, da qualche anno viveva a Zena di Carpaneto in un cascinale, lo conoscevano in pochi e lavorava a Cerreto Landi. Elisa Pomarelli invece è un'assicuratrice che lavora con il padre nell'ufficio di Piacenza. 

Chi li conosce ritiene che i due fossero diventati amici proprio perché si erano conosciuti per il lavoro di lei. «Si frequentavano e spesso uscivano - dice qualcuno in zona - ma forse lui si era invaghito, mentre Elisa lo vedeva solo come un amico». Domenica scorsa Sebastiani la è andata a prendere a casa a Piacenza, a Borgotrebbia, avrebbero dovuto pranzare e passare insieme la domenica per poi rincasare in serata. Così non è stato. La mamma di Elisa (che ha due sorelle Francesca e Debora) non l'ha vista tornare, l'ha chiamata sul cellulare ma non era raggiungibile. Poi la denuncia di scomparsa. Parallelamente il 118, i carabinieri e i vigili del fuoco sono entrati nell'abitazione di Massimo, ora posta sotto sequestro dal pm Ornella Chicca che coordina l'indagine. Qui hanno trovato l'auto dell'uomo e il suo cellulare spento. Al campo base di Sariano il 27 agosto c'erano la sorella Francesca con il fidanzato, alcuni amici e gli zii Stefania Dal Capo e Renzo Bonandin: «Siamo preoccupati ma speriamo con tutto il cuore di riabbracciarla al più presto Elisa» dicono.

Le ricerche spasmodiche dei due sono iniziate il 26 agosto con un campo base a Carpaneto, poi spostato a Sariano di Gropparello nella serata: è in questa zona che Massimo sarebbe stato notato da solo, mentre a cena sarebbe stato visto mangiare a Castellarquato in compagnia di una donna che non era Elisa. Il 27 agosto le ricerche si sono concentrate nelle campagne di Sariano, e a Castellarquato dove i carabinieri del Nucleo Investigativo hanno cercato indizi nei pressi della casa dei genitori dell'uomo e in un bosco dove era solito raccogliere legna. Intanto in Prefettura, nel tardo pomeriggio, si è svolto un summit per fare il punto sulle 48 ore di ricerca e su tutti i territori e le aree battute. Dalle 7 del 27 agosto hanno lavorato i carabinieri di Carpaneto (sul posto il maresciallo Pietro Pantaleo) e della Compagnia di Fiorenzuola, la protezione civile con tutti i gruppi cinofili, la polizia locale Valnure Valchero (sul posto anche il comandante Paolo Giovannini) i sommozzatori dei vigili del fuoco di Bologna insieme ai colleghi cinofili di Bergamo e Sondrio, e ovviamente quelli di Piacenza e Fiorenzuola con la base mobile. Sono intervenuti anche i nuclei cinofili dei carabinieri. Sono stati passati al setaccio specchi d'acqua, terreni, boschi. Diverse le tracce fiutate dai cani molecolari. In volo si anche alzato il drone della Protezione Civile dotato di termocamera e l'eliccottero del 115. Le unità cinofile specializzate dei vigili del fuoco di Firenze hanno battuto la provinciale tra Carpaneto e Sariano: all'altezza del bar Brighella il cane avrebbe fiutato qualche traccia di Sebastiani. La polizia locale con il comandante Giovannini ha invece setacciato il greto del Chero. Le ricerche riprenderanno all'alba di mercoledì 28 agosto.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Ritrovato senza vita il fungaiolo disperso in Valdaveto

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Il "Borgo dei borghi" 2019 è Bobbio

  • Lo abbraccia e lo rapina del Rolex da 30mila euro

  • Piacenza e provincia: gli eventi da venerdì 18 a domenica 20 ottobre

Torna su
IlPiacenza è in caricamento