Emilia Romagna, in aumento il “bullismo al femminile”

La fascia d'età presa maggiormente presa di mira è quella tra i 14 e 17 anni (2 soggetti su 5). Una vittima su tre denuncia la presenza femminile tra gli aggressori

Repertorio

Nell’ambito della campagna educativa itinerante “Una vita da social” svolta dalla Polizia Postale e dalle Comunicazioni, il portale Skuola.net ha intervistato 15.268 ragazzi: uno su tre si è dichiarato vittima di episodi di bullismo. La fascia d’età presa maggiormente di mira è quella tra i 14 e 17 anni (2 soggetti su 5). Una vittima su tre denuncia la presenza femminile tra gli aggressori. Nell'ambito dell'Emilia Romagna dalle denunce presentate alla Polizia delle Comunicazioni si è registrato infatti un incremento del cosiddetto "bullismo al femminile" ad opera di ragazze tra i 14 e i 17 anni: si tratta spesso di attività internet moleste ed offensive con profili e foto falsi.

I social network in cui prevalentemente avvengono questi episodi sono Ask.fm, Instragram e Whatsapp. È risultato però che l’87% delle vittime è stato preso di mira nella vita reale. È colpito maggiormente il sesso femminile di età compresa tra gli 11 e i 13 anni. I bulli agiscono spesso in gruppo (72% dei casi) e tendono a preferire le vittime dello stesso sesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un altro dato interessante è la difficoltà a parlare delle molestie. Uno su tre non ne parla con nessuno: la causa risulta essere la vergogna (30%) e l’esigenza di farsi giustizia da soli (24%). I silenziosi sono soprattutto i ragazzi di età compresa tra i 14 e i 17 anni mentre quelli tra gli 11 e i 13 sono più propensi a confidarsi con gli adulti. Neanche chi ha assistito ad atti di bullismo vuole parlarne: il 44 % si giustifica dicendo "mi è stato insegnato a farmi i fatti miei". Per quanto riguarda il cyberbullismo sono di fondamentale importanza le segnalazioni di chi si imbatte per caso in queste attività. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento