A spasso per la città con l'eroina nella pancia, arrestati due pusher

I carabinieri del nucleo investigativo di Piacenza hanno arrestato in centro due pusher piacentini. Uno aveva alcuni grammi di eroina "nascosti" nella pancia

eroina-2_1«Ma mi state arrestando perché questa è la settimana mondiale contro la droga?» E' questa la domanda ironica che l'altro ieri si sono sentiti rivolgere i carabinieri mentre ammanettavano un pregiudicato piacentino di 45 anni bloccato ai giardini Margherita. Si tratta di un noto tossicodipendente che però portato in ospedale, si è scoperto che nascondeva cinque grammi di eroina nell'intestino.

«Droga destinata allo spaccio in città» sottolinea il capitano Rocco Papaleo del Nucleo investigativo dei carabinieri. Insieme a lui è finito in manette anche un 44ene, anche lui tossicodipendente e pregiudicato per reati specifici, che è stato trovato in un'abitazione al quartiere Ciano con circa 22 grammi di cocaina pronti da spacciare. «Questi arresti sono la dimostrazione che oltre alla sempre presente cocaina, sta tornando in auge tra i consumatori piacentini anche l'eroina» sottolinea Papaleo.

LE INDAGINI - Tutta l'operazione è nata tenendo d'occhio l'abitazione dietro via Campagna, dove già i militari sospettavano che ci fosse un giro di spaccio. L'altro pomeriggio hanno fatto irruzione, trovando il 44enne e la cocaina su un tavolo insieme al bilancino e alla sostanza da taglio. L'appartamento, una casa popolare, era però intestato al 45enne, che i carabinieri hanno rintracciato poco dopo mentre girava in bicicletta tra i giardini Margherita e la stazione. Bloccato e perquisito, è saltata fuori solo una piccola dose di droga, che avrebbe potuto tranquillamente essere detenuta per uso personale.

EROINA NELL'INTESTINO - Ma i carabinieri erano convinti che ci fosse altra droga, e hanno iniziato a sospettare che l'uomo l'avesse dentro la parte terminale dell'intestino. «Uno stratagemma che ogni tanto viene utilizzato dagli spacciatori» dicono i carabinieri. L'uomo è stato quindi accompagnato in ospedale per essere sottoposto - in accordo con il magistrato - agli accertamenti sanitari che avrebbero confermato la presenza o meno di un involucro nell'intestino. A questo punto però l'uomo si è arreso e ha preferito consegnare di sua spontanea volontà cinque grammi di eroina che teneva avvolti in un profilattico proprio nella parte terminale dell'intestino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento