Cattolica, Cocconcelli: "Nessun pericolo per l'escherichia coli in Italia"

Per ora nessun caso in Italia. Il microbiologo Cocconcelli della Facoltà di Agraria dell'Università Cattolica rassicura sul fatto che nel nostro Paese vige un ottimo sistema di sorveglianza e che l'Italia è perfettamente tutelata dal punto di vista alimentare

Ammonta a dieci il bilancio delle vittime dell'infezione dovuta al batterio Escherichia coli che, annidato in partite di cetrioli provenienti dalla Spagna e dai Paesi Bassi, si è diffuso rapidamente in Europa, tenendo col fiato sospeso le autorità sanitarie deuropee per le sue caratteristiche di diffusione veloce ed invasiva. L' epidemia ha esordito una decina di giorni fa in Germania, allargandosi a macchia d'olio  in Danimarca, Svezia, Olanda, Gran Bretagna, Svizzera, Austria e ora in Francia, dove sono stati segnalati almeno tre casi sospetti di pazienti contaminati col batterio fecale. Fortunatamente, nessun caso è stato finora segnalato in Italia.

IN ITALIA ALTO GRADO DI SICUREZZA ALIMENTARE - “Il sistema di analisi del rischio in Europa è tra i più efficienti al mondo – ha dichiarato  Pier Sandro Cocconcelli (nella foto), docente di Microbiologia  presso la Facoltà di Agraria della Cattolica e membro dell'EFSA, l’autorità europea per la sicurezza alimentare - Ciò ha fatto sì che l'allarme sia scattato tempestivamente. Nel nostro Paese i controlli sono serrati e si sono fatti ancora più stringenti, coinvolgendo anche i carabinieri dei Nas. Le informazioni disponibili indicano comunque che i cetrioli biologici contaminati non hanno mai varcato i confini dell' Italia. Le precauzioni che utilizziamo tutti i giorni sono del resto sufficienti per continuare a consumare frutta e verdura tranquillamente: basta  lavarle accuratamente e, nel caso, sbucciarle. Conviene però lavare accuratamente non solo le verdure - prosegue Cocconcelli - ma anche gli utensili di cucina, e naturalmente osservare una perfetta igiene delle mani. Queste norme sono sufficienti per ridurre pressochè a zero il rischio di contaminazione da Escherichia coli  o altri batteri patogeni ”.

Il tema della contaminazione degli alimenti e in generale della sicurezza del sistema alimentare è ampiamente approfondito dalla facoltà di Agraria della Università Cattolica di Piacenza, in particolare nell’ambito dei corsi di laurea in Scienze e tecnologie agrarie e in Scienze e tecnologie alimentari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento