Espulso dall'Italia per tentato omicidio, era ancora a Piacenza. Serbo bloccato dalla Finanza

Lo straniero aveva accoltellato un uomo davanti a un bar in via Boselli nel 2016. Ora è stato portato con la forza in un centro di espulsione

(Repertorio)

Dopo essere stato arrestato per tentato omicidio, aveva ricevuto l'ordine di espulsione dall'Italia per motivi di sicurezza pubblica, ma non se ne era mai andato. Ora è incappato in un controllo ed è stato accompagnato con la forza in un centro di espulsione. Il protagonista è un serbo di 40 anni che la notte del 3 gennaio del 2016 aveva accoltellato un uomo davanti a un bar di via Boselli. La polizia lo aveva individuato e arrestato per tentato omicidio. Scarcerato per essere espulso, lo straniero non ha mai lasciato Piacenza, vivendo in clandestinità. L'altro giorno è stato però fermato da una pattuglia della Guardia di Finanza di Piacenza che, controllando i suoi documenti, ha scoperto tutto. Portato in caserma, è stato poi accompagnato al centro per le espulsioni di Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento