Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Evade dai domiciliari per andare al bar, i carabinieri lo aspettano fuori da casa e lo arrestano

E' stato sorpreso mentre rincasava nella sua abitazione di Coli dai carabinieri di Bobbio e per lui sono scattate le manette

Un 53enne nato in Brasile, residente a Coli, dal 3 luglio era in detenzione domiciliare, con un permesso di assentarsi per due ore al mattino per provvedere ai fabbisogni quotidiani. Era stato condannato a 10 mesi di reclusione: nel dicembre del 2018 aveva aggredito e percosso la sua convivente a Caorso ed aveva opposto resistenza ai Carabinieri giunti sul posto.

Nel pomeriggio del 2 luglio, intorno alle 16.30, è stato sorpreso mentre rincasava e per lui sono scattate le manette. I carabinieri della Stazione di Bobbio erano intervenuti per un controllo di routine, ma quando hanno citofonato hanno scoperto che il 53enne non era nella sua abitazione a Coli dove era stato ristretto dal giudice. Così si sono appostati nei pressi dell’abitazione e hanno aspettato che rientrasse. Quando si è palesato – tornava da un bar di Perino – sono subito scattate le manette con l’accusa di evasione. Processato per direttissima è stato rimesso ai domiciliari, è comparso davanti al giudice Gianandra Bussi e al pm Monica Bubba, difeso dall'avvocato Giovanni Barbieri. Ha raccontato che doveva prendere le sigarette e che si sarebbe fatto accompagnare da un vicino di casa anziano che però non sapeva usare il distributore automatico, di lì la decisione forse di andare a comprarle al bar.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari per andare al bar, i carabinieri lo aspettano fuori da casa e lo arrestano

IlPiacenza è in caricamento