Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Evade dai domiciliari per costruire un pollaio, arrestato

Voleva prendere quei bancali di legno per allestire un pollaio. Purtroppo per lui, era agli arresti domiciliari, e i carabinieri che stavano eseguendo un controllo lo hanno trovato fuori casa. Erano solo 20 metri, ma sufficienti per far scattare l’arresto

Immagine di repertorio

Voleva prendere quei bancali di legno per allestire un pollaio. Purtroppo per lui, era agli arresti domiciliari, e i carabinieri che stavano eseguendo un controllo lo hanno trovato fuori casa. Erano solo 20 metri, ma sufficienti per far scattare l’arresto con l’accusa di evasione. E il 18 giugno, un uomo di Borgonovo è finito davanti aggiudica Sonia Caravelli e al pm Antonio Rubino per il processo con rito direttissimo. L’uomo (era ai domiciliari per resistenza pubblico ufficiale), difeso dagli avvocati Wally Salvagnini e Giovanni Chiarini, ha risposto alle domande spiegando appunto che quei pallet di legno - distanti 20 metri dalla porta della sua abitazione - gli sarebbero serviti per costruire un pollaio. La difesa ha chiesto di non convalidare l’arresto perché in effetti era uno stato di necessità. Il pm, invece, ha chiesto la convalida. Il giudice ha accolto la richiesta della pubblica accusa e l’uomo è tornato ai domiciliari accompagnato dai carabinieri di Borgonovo. Il processo è stato rinviato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari per costruire un pollaio, arrestato

IlPiacenza è in caricamento