rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Caorsana / Via Caorsana

Evade dai domiciliari, trovato con una prostituta: «Ero a un colloquio di lavoro»

Nei guai un marocchino di 30 anni trovato sulla Caorsana dai poliziotti che lo stavano cercando. Al giudice ha detto che era evaso per andare ad un colloquio di lavoro. Ha patteggiato otto mesi

Era sottoposto agli arresti domiciliari per spaccio (su ordinanza del gip di Lodi), è evaso ed è stato trovato dalla polizia a bordo della sua auto nei pressi della Carsoana con una prostituta ed è stato nuovamente arrestato e processato per direttissima. Nei guai è finito un marocchino 30enne che al giudice Camilla Milani (pm Antonio Rubino) ha spiegato che era andato ad un colloquio di lavoro sforando di un'ora e mezza l'orario di rientro consentito. L'uomo è difeso dall'avvocato Lorenza Dordoni. Al termine dell'udienza ha patteggiato otto mesi ed è e stato rimesso ai domiciliari. Controllata la sua abitazione l'uomo non è risultato in casa e sono partite le ricerche che si sono concluse in una strada sterrata nella zona della Caorsana dove i poliziotti lo hanno trovato con una lucciola. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari, trovato con una prostituta: «Ero a un colloquio di lavoro»

IlPiacenza è in caricamento