rotate-mobile
Cronaca

Evasione e spaccio, condannato a un anno e un mese il piacentino che era ai domiciliari

E’ stato condannato a un anno, un mese e 20 giorni di reclusione il piacentino arrestato ieri dai carabinieri della stazione Levante: era agli arresti domiciliari, ma stava tornando a casa

E’ stato condannato a un anno, un mese e 20 giorni di reclusione il piacentino arrestato ieri dai carabinieri della stazione Levante: era agli arresti domiciliari, ma stava tornando a casa. In sua compagnia, i militari hanno trovato un altro uomo, conosciuto per i numerosi precedenti penali. Dopo averlo perquisito, la pattuglia dell’Arma gli ha trovato 65 grammi di hascisc e in casa un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. E così, i carabinieri hanno preso i classici “due piccioni con una fava”. Davanti al giudice Paolo Milani, i due sono stati processati con rito direttissimo. L’evaso, difeso dall’avvocato Sisto Salotti, è stato di nuovo posto agli arresti domiciliari (il pm Paolo Maini aveva chiesto la custodia cautelare in carcere). Il difensore, invece, aveva chiesto di valutare la tenuità del fatto. Per il suo compagno, invece, accusato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, il giudice ha disposto gli arresti domiciliari (aveva recidive specifiche e reati compiuti negli ultimi cinque anni). Il suo avvocato, Jonathan Vignali, ha chiesto il rinvio del processo per preparare la difesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione e spaccio, condannato a un anno e un mese il piacentino che era ai domiciliari

IlPiacenza è in caricamento