Destinazione ex Pertite: approvato il referendum per il 12 giugno

E' stato approvato dai garanti nominati dal Consiglio comunale l'annessione del referendum che deciderà il destino dell'area dell'ex Pertite a quelli nazionali del 12 giugno. Entro maggio serviranno 4mila firme per il Comitato che vuole il parco

È stata approvata dai garanti nominati dal Consiglio comunale, l'annessione del referendum sul destino dell'ex area militare, a quelli previsti per il 12 giugno su nucleare, acqua pubblica e processo breve. Entro i primi di maggio gli aderenti del Comitato per la destinazione a parco della superficie, dovranno quindi raccogliere le 4 mila firme necessarie all'approvazione referendaria.

"Rispettoso della legislazione vigente e dell’assetto delle competenze": questa la valutazione espressa oggi, dal Comitato dei Garanti, sul quesito referendario per l’area della Pertite, del quale è stata dichiarata l’ammissibilità. Dalla seduta di ieri, 5 aprile, del Comitato, infatti, è emersa l’ineccepibilità del testo - così come proposto dai promotori del referendum consultivo - anche sotto il profilo della chiarezza del contenuto.

La soddisfazione del Comune:

Il sindaco Roberto Reggi, nel ringraziare i Garanti per il prezioso lavoro svolto, esprime soddisfazione per la decisione assunta e rileva, in particolare, la tempestività con la quale è stata affrontata e risolta la questione: "A dispetto di ogni illazione a riguardo - commenta il primo cittadino - tutto il percorso per arrivare all’ammissibilità del referendum è stato compiuto senza tentennamenti e in tempi rapidi. La designazione da parte del Consiglio comunale dei componenti il Comitato, la celere convocazione del medesimo da parte del sindaco e il suo conseguente insediamento ha fatto sì che fosse possibile giudicare l’ammissibilità del quesito entro una data che permettesse la raccolta delle firme, necessarie all’effettuazione del referendum, nei termini previsti per l’accorpamento alle consultazioni del 12 giugno prossimo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questo - prosegue Reggi - sia per assicurare un notevole risparmio di risorse pubbliche, contenendo i costi amministrativi legati alle operazioni referendarie, sia per valorizzare la partecipazione e il coinvolgimento della collettività, nell’intento di favorire il raggiungimento del quorum”. Il sindaco sottolinea, infine, come l’orientamento del Comitato e l’apertura al quesito sulla Pertite siano in linea con la richiesta da lui avanzata, nell’ambito del percorso del federalismo demaniale, di poter acquisire l’area dal Demanio militare, con l’obiettivo di destinarla a parco pubblico."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento