Gli Amici del Facsal: «Platano malato per lo sversamento di un liquido»

Gli Amici del Facsal tornano a farsi sentire per uno sversamento di un liquido biancastro attorno ad un platano e ad un'aiuola sul Pubblico Passeggio, questo avrebbe provocato la crescita di funghi ed escrescenze sul tronco dell'albero

Le escrescenze e i funghi sul platano

"Gli Amici del Facsal" (Comitato spontaneo tra cittadini) tornano a farsi sentire per uno sversamento di un liquido biancastro attorno ad un platano e ad un'aiuola sul Pubblico Passeggio: «Lo scorso anno, durante il Mercatino dei Colori e dei Sapori tenutosi il 13-14 e 15 febbraio 2010 sul Pubblico Passeggio, denunciammo alla Polizia Municipale lo sversamento di liquido biancastro da parte di un ambulante in una aiuola e attorno ad un platano: i vigili intervenuti sul posto, nonostante l’aiuola ed una grossa buca scavata apposta vicino al muretto risultassero allagate, non ritennero di elevare alcuna contravvenzione. Si legge dal verbale della Polizia Municipale: "Constatato che il liquido versato era già stato assorbito dal terreno, la pattuglia operante non riteneva di effettuare altri accertamenti ed operazioni”.

«Abbiamo scattato alcune fotografie all'epoca, durante l’intervento dei vigili e ad oggi ne abbiamo scattate altre che dimostrano l'attuale situzione della pianta, ossia escrescenze enormi cresciute nel tronco del platano. Si può notare come lo scorso anno il tronco fosse perfetto e la pianta centenaria non presentasse problemi, mentre ora è in evidente stato di sofferenza tanto che, con ogni probabilità, debba essere presto abbattuta».

«Se da un lato è vero che i platani del Facsal presentano varie malattie (tanto che alcuni sono stati, anche recentemente, abbattuti), è altrettanto vero che nessun altro platano ha mai presentato queste escrescenze ed è evidente che può esserci un nesso tra le due circostanze o almeno, che il liquido improprio abbia accelerato una malattia latente . Di questi ed altri sversamenti nelle aiuole effettuati dagli ambulanti durante i mercatini eno-gastronomici informammo oltre all’Assessore all’Ambiente, anche Arpa ed ASL, senza che, come al solito, nessuna risposta ci sia stata fornita».

«Cogliamo quindi l’occasione, nell’imminenza del Mercato Europeo che tra breve si svolgerà sul Facsal, per sollecitare i competenti organi di vigilanza ad irrobustire (come peraltro già fatto in occasione della Fiera di Sant’Antonino), i controlli e la sorveglianza affinché questi episodi non si verifichino più; nell’interesse dei platani , ma anche di tutta la comunità piacentina che ha la fortuna di beneficiare di un viale centenario come il Facsal».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento