Family Day, il "Comitato difendiamo i nostri figli" organizza i bus da Piacenza

Per agevolare la partecipazione al Family day, che si terrà il 30 gennaio, il "Comitato Difendiamo i Nostri Figli" ha organizzato un servizio di bus da Piacenza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Come comunicato dal Comitato Nazionale Difendiamo i Nostri Figli, è confermato il nuovo Family Day contro l'insegnamento gender nelle scuole e contro la approvazione del disegno di legge Cirinnà «Che vorrebbe introdurre in Italia il matrimonio e la adozione omosessuale, legittimando pratiche barbare come l'utero in affitto».

L'evento si terrà sabato 30 gennaio 2016 a Roma, al Circo Massimo, a partire dalle 14 e terminerà alle 16.30. L'afflusso alla piazza sarà consentito a partire dalle 12.

Per agevolare la partecipazione, il Comitato Difendiamo i Nostri Figli di Piacenza ha organizzato un servizio di bus, con ritrovo alle 4.45 e partenza alle 5 del 30 gennaio dal piazzale adiacente allo stadio comunale della Galleana, Piacenza, via Gorra.

Le iscrizioni possono essere eseguite, singolarmente o anche cumulativamente da parte di incaricati di singoli movimenti o associazioni, assieme al versamento delle quote di iscrizione, entro il 26 gennaio 2016, presso l'ufficio Diocesano Pellegrinaggi in Piacenza, piazza Duomo, 33, tel. 0523.308.335. Le iscrizioni successive a tale data saranno accettate solo fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Le quote previste per il viaggio di andata e ritorno sono di 45 euro per gli adulti e 25 euro per ragazzi dai 4 ai 12 anni. L'iscrizione è gratis per i tutti i figli dal terzo in poi. Maggiori informazioni possono essere chieste con e-mail a piacenza@difendiamoinostrifigli.it oppure al numero telefonico 334.64.67.860.

Per agevolare la partecipazione delle famiglie non abbienti, Il Comitato Difendiamo i Nostri Figli attiverà nei prossimi giorni un conto corrente postale per raccogliere donazioni libere. La relativa disponibilità può già essere preannunciata con e-mail a piacenza@difendiamoinostrifigli.it.

«L'evento - afferma il Comitato difendiamo i nostri figli - si preannuncia grandioso, una pagina toccante di storia per le famiglie contro una deriva ideologica che mira a distruggere ciò che di più caro e sacro ha l'uomo: il matrimonio, la famiglia, i figli. E’ quindi una grande occasione di testimonianza e di impegno civile, per il futuro dei nostri figli e della nostra società. Non possiamo mancare».

Torna su
IlPiacenza è in caricamento