Fanno saltare il bancomat, scappano armati a folle velocità con migliaia di euro

E' sicuramente una banda di professionisti quella che nella notte del 3 novembre ha fatto saltare con il gas lo sportello bancomat della Banca di Piacenza a Pontenure. Sono stati inseguiti per diversi chilometri da una guardia giurata. Sul posto i carabinieri, la Polstrada, Ivri, Metronotte e i vigili del fuoco

Le forze dell'ordine sul posto (Foto Gatti)

Un colpo fulmineo andato a segno e un inseguimento a folle velocità prima di imboccare l'autostrada e sfuggire alla cattura. E' sicuramente una banda di professionisti, probabilmente armati, quella che nella notte del 3 novembre ha fatto saltare lo sportello bancomat della Banca di Piacenza a Pontenure. Il boato è stato avvertito da molti residenti che, spaventati, hanno chiamato il 112. Nel frattempo i malviventi avevano ingaggiato un inseguimento con una guardia giurata di Metronotte Piacenza che per caso stava passando sulla via Emilia quando se li è trovati davanti: erano almeno in cinque. Uno era alla guida con il motore acceso e gli altri stavano per salire in auto con il bottino, un quinto avrebbe avuto in mano un fucile che potrebbe avergli puntato contro per intimidirlo. In meno di un minuto la guardia di Ivri era sul posto insieme ad altre pattuglie dell'istituto di vigilanza e i cittadini urlavano dalle finestre e dai balconi che i malviventi erano armati, mentre dalla filiale usciva ancora il fumo causato dall'esplosione.

Sono entrati in azione qualche minuto dopo l'una. Non è chiaro se con una o due auto, una della quali sarebbe un'Alfa Romeo Stelvio. Avrebbero insufflato nello sportello del gas acetilene, poi l'esplosione. In fretta e furia hanno arraffato i cassetti con le banconote e sono fuggiti a folle velocità. Probabilmente il colpo ha fruttato loro migliaia di euro: sapevano che era stato caricato per il finesettimana. La deflagrazione ha sventrato lo sportello e ha provocato gravi danni anche all'interno (non è chiaro se siano anche entrati nella filiale). Diverse persone hanno riferito di aver sentito rumore di pneumatici che slittavano sull'asfalto. Poi la fuga braccati dall'altra guardia giurata. Dopo aver percorso alcune vie a folle velocità hanno preso la rotonda del Conad contromano e poi sono ritornati indietro, ripassando davanti all'istituto di credito nonostante corressero il rischio di essere agganciati dai carabinieri del Radiomobile di Fiorenzuola, da quelli di Pontedellolio e dagli agenti della Polstrada che nel frattempo erano stati fatti convergere sul posto.

Braccati avrebbero imboccato poi la strada per Muradolo arrivando infine a Caorso dove sono entrati in A21 facendo perdere le loro tracce, ma le ricerche sono ovviamente ancora in corso. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Piacenza e il comandante della compagnia, il maggiore Stefano Bezzeccheri, il comadante della caserma di Pontenure, il maresciallo Luciano Salatino, insieme ai responsabili della banca. I militari del nucleo investigativo hanno invece effettuato tutti i rilievi alla ricerca di qualche elemento utile e in queste ore si stanno visionando i video di sorveglianza per ricostruire l'esatta dinamica. Si è reso anche necessario l'intervento di una squadra dei vigili del fuoco di Piacenza: l'esplosione ha danneggiato il soffitto dei portici della banca, i pompieri si sono anche accertati che la struttura e lo sportello fossero in sicurezza visto l'uso del gas. 

Guarda il video

Schermata 2018-11-03 alle 08.06.12-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco, prima litiga con il buttafuori poi picchia i carabinieri e li manda all'ospedale: arrestato

  • Tragico tamponamento fra Tir, autista muore schiacciato nella cabina

  • Sestri Levante, piacentino riempito di botte per un cellulare

  • «Al pascolo non mi manca nulla, volevo questa vita all'aria aperta»

  • Schianto all'incrocio tra via Martiri e via Boselli, due feriti

  • Valtrebbia, domenica di controlli e sanzioni sulla Statale 45 e nel fiume

Torna su
IlPiacenza è in caricamento