Farmaci, Coop: «Una vera liberalizzazione: per dare la possibilità alle parafarmacie di divenire vere e proprie farmacie»

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Coop

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

«Perché le due tipologie eroghino gli stessi servizi e comunque le parafarmacie possano vendere farmaci di fascia C, i farmaci totalmente a carico dei cittadini». E’ la posizione di Coop, la prima catena della grande distribuzione in Italia ma anche un’organizzazione di consumatori forte di oltre 8 milioni di soci. Dal 2006 (anno della prima parziale liberalizzazione) Coop ha aperto 123 Coop Salute in cui operano 450 farmacisti professionisti in grado di garantire altrettanta sicurezza e professionalità dei loro colleghi che lavorano in farmacia. Nei Corner Coop Salute i farmaci da banco costano mediamente un -25/-30% rispetto allo stesso farmaco acquistato in farmacia. Coop inoltre vanta la sola esperienza in Italia di farmaci a marchio proprio (5 principi attivi tra i più conosciuti), in questo caso specifico i prezzi sono il 50% in meno rispetto alle corrispondenti marche di riferimento vendute nel circuito delle farmacie.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento