Farmaci rubati in Italia e venduti all'estero, Piacenza una delle basi logistiche della banda

Piacenza e Lodi basi logistiche del gruppo criminale che, secondo l'accusa, reggeva le fila di un traffico internazionale di farmaci, principalmente antitumorali e antivirali, che si procurava con furti al sud e poi immetteva sul mercato nero in Francia e Germania e tra Egitto, Siria e Arabia Saudita. Maxi operazione del Nas

Con 18 arresti e il sequestro di farmaci per quattro milioni di euro, i carabinieri del Nas di Cremona, al termine di un'indagine di mesi, coordinata dalla Procura della Repubblica di Cremona e conclusa all'alba dell'11 settembre, hanno chiuso il cerchio intorno ad una banda che, secondo l'accusa, reggeva le fila di un traffico internazionale di farmaci, principalmente antitumorali e antivirali, che si procurava con furti al sud e poi immetteva sul mercato nero in Francia e Germania e tra Egitto, Siria e Arabia Saudita.

L'accusa, per tutti gli indagati, alcuni italiani e alcuni stranieri, è di associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione, al furto e al commercio di farmaci imperfetti. I medicinali, tutti caratterizzati da un elevato valore terapeutico e commerciale, sono stati rubati tra il 2017 e il 2018 in farmacie ospedaliere, aziende sanitarie territoriali e magazzini farmaceutici dell'intero territorio nazionale ma in particolare al Sud, fra Campania e Calabria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E da lì, dopo le razzie, la refurtiva veniva trasportata al Nord, fra Crema (cuore dei traffici), Lodi e Piacenza, basi logistiche del gruppo criminale. A seguire, attraverso corrieri, dallo scalo di Milano Malpensa i farmaci venivano trasportati in Francia e in Germania e, soprattutto, in Nord Africa e Medio Oriente, fra Egitto, Siria e Arabia Saudita. Ad attendere i medicinali referenti locali che si occupavano di collocare i farmaci in magazzini locali o, più spesso, a medici e pazienti facoltosi. Complessivamente, sono state sequestrate 824 confezioni di medicinali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento