rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Farmacisti sventano la rapina, Federfarma: siamo il bancomat della microcriminalità

A 24 ore dal tentativo di rapina alla farmacia di via Boselli, fallito grazie alla pronta reazione del personale, interviene Paolo Cordani, segretario di Federfarma Piacenza

A 24 ore dal tentativo di rapina alla farmacia di via Boselli, fallito grazie alla pronta reazione del personale, interviene Paolo Cordani, segretario di Federfarma Piacenza.

«Dispiace ritrovarsi a commentare di nuovo uno spiacevole episodio di microcriminalità che ha come vittime dei colleghi, ai quali va tutta la solidarietà della categoria. Questa volta i due farmacisti, dotati di buona struttura fisica, e valutata soprattutto l'assenza di clienti, sono riusciti a difendere i loro beni e mettere in fuga il criminale ma il nostro appello in questi casi, come categoria, è quello di adottare sempre la massima cautela per evitare spiacevoli conseguenze, aggiungendo la beffa al danno. É risaputo che le farmacie siano uno dei bancomat della microcriminalità: i dati, in questo senso, in Italia e in regione sono particolarmente allarmanti. Il fatto tra l'altro ci lascia leggermente perplessi in quanto i "bottini" sono sempre più esigui (in molti casi poche centinaia di euro), sia per la diffusione della moneta elettronica, sia per i depositi continui. Di contro il rischio a cui si espongono i ladri è elevato in quanto praticamente tutte le farmacie sono dotate di videocamere di sorveglianza.
Auspichiamo la maggior attenzione possibile da parte delle forze dell'ordine per le farmacie aperte per turno e in zone "calde", comprendendone le difficoltà e ringraziandole sempre e comunque per il lavoro svolto. Da parte nostra valuteremo forme di sorveglianza privata da adottare in modo compatto e che ci garantiscano di svolgere il nostro lavoro al servizio del cittadino tutti i giorni dell'anno in modo più sereno».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmacisti sventano la rapina, Federfarma: siamo il bancomat della microcriminalità

IlPiacenza è in caricamento