Fatto saltare un altro bancomat nella notte, questa volta il colpo riesce

Alla Banca Popolare di Lodi in piazzale Gramsci a Castelsangiovanni. Il bottino potrebbe ammontare a diverse migliaia di euro. Sul posto le guardie giurate di Ivri e i carabinieri di Piacenza e San Nicolò: le indagini sono in corso

Il bancomat fatto esplodere (Foto E.Gatti)

Ancora un bancomat preso d'assalto nella notte. Questa volta è toccato alla Banca Popolare di Lodi in piazzale Gramsci a Castelsangiovanni. La banda, composta da almeno tre persone forse a bordo di un'Audi grigia, è entrata in azione verso le 2.30: quando le guardie giurate di Ivri  e i carabinieri (di San Nicolò e del Radiomobile) sono arrivati sul posto in pochissimi secondi dei malviventi non c'era traccia. Il copione è sempre lo stesso e sicuramente si tratta di professionisti che potrebbero aver studiato a fondo la banca facendo sopralluoghi, come spesso accade. Dopo aver piazzato quasi sicuramente una "marmotta" di esplosivo hanno fatto saltare lo sportello (tecnica meno invasiva dell'acetilene il cui utilizzo è più difficile e imprevedibile), poi hanno forzato la porta della filiale, sono entrati, hanno arraffato tutti i contanti e sono scappati. Il bottino potrebbe ammontare a diverse migliaia di euro. Il boato ha svegliato diversi cittadini che hanno chiamato il 112: le loro testimonianze sono al vaglio dei carabinieri (sul posto poi sono arrivati il maggiore Stefano Bezzeccheri, il capitano Giuseppe Pischedda e il luogotenente Ercole Dallospedale). Una volta raggiunto l'obiettivo probabilmente sono entrati in autostrada e hanno fatto perdere le proprie tracce. I militari hanno eseguito rilievi approfonditi e visionato i filmati delle telecamere: in quei video potrebbero essere contenuti dettagli utili alle indagini. Si tratta del quinto sportello bancario colpito in un mese nella nostra provincia e dell'ennesimo fatto saltare nelle ultime settimane tra Emilia Romagna e Lombardia: gli ultimi colpi in ordine di tempo sono quelli messi a segno a Capergnanica (Cremona) nella notte del 29 febbraio e ben tre in una sola notta nel Ravennate sempre nella stessa notte. Nel Piacentino, l'ultimo è stato quello non riuscito del bancomat preso a picconate a Caorso il 22 febbraio: in quel caso probabilmente sono stati disturbati e sono scappati, sempre nella stessa notte ugual sorte è toccata ad un sportello a Pizzighettone (Cremona). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Bimbo di un anno in ospedale per cocaina, arrestati i genitori e i nonni

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

  • «Mi dispiace per quanto ho fatto, mi hanno aggredito e mi sono solo difeso»

  • Ricette piacentine: la torta di patate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento