Ferriere, Devoti: «Il Comune mi ha chiesto 24mila euro per togliere i murales»

Ancora polemiche tra il gestore di Casa Montagna Carlo Devoti e il Comune di Ferriere, proprietario della struttura che a breve verrà data in concessione al Coni di Piacenza

L’ostello di Ferriere continua a essere al centro di polemiche: stavolta sul banco degli imputati sono finiti i murales che coprono quasi interamente la struttura al suo interno ed esterno.  «I giovani che abbiamo ospitato in questi anni – spiega Carlo Devoti, dal 2002 al 2014 gestore di Casa Montagna a Ferriere - ci hanno voluto lasciare un segnale di amicizia e di riconoscenza, a seguito della loro accoglienza, ma anche all' Europa che ha realizzato la struttura di Casa Montagna». Ora il Comune di Ferriere pare però aver chiesto a Devoti 23mila e 500 euro per “coprire” i murales realizzati dai giovani artisti di Casa Montagna in oltre dieci anni.  «Visto che la struttura sarà abitata da giovani – ad aprile subentrerà il Coni, nda - non vedo l'esigenza di coprire queste opere a meno a che non si voglia trovare un ulteriore pretesto per dimostrare che Devoti ha fatto danni a Ferriere come era già accaduto per la Scuola Elementare. Da parte nostra raccoglieremo le opinioni dei giovani del mondo e mostreremo le foto dell'ostello come ci era stato consegnato e le condizioni in cui si trova al nostro rilascio».

hqdefault-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«C’è un contenzioso in corso – replica il primo cittadino Giovanni Malchiodi - ne stanno discutendo gli avvocati. Posso solo dire che Devoti ha lasciato all’interno della struttura ancora tante cose sue e gli abbiamo lanciato un ultimatum per venire a prenderle al più presto, visto che a breve partiremo con una nuova avventura. Sicuramente dovremo calcolare anche i danni che vi sono nell’ostello: i murales, per il servizio che lui gestiva, andavano bene, tuttavia alcuni sono in stato di degrado. Faremo le nostre valutazioni – insieme al Coni, prossimo gestore dell’ostello - al riguardo più avanti: Casa Montagna gestita da Devoti era all’inizio un bel progetto, peccato che poi sono emersi dei problemi di gestioni evidenti. La struttura è del Comune, gliel’ha data in gestione in uno stato, ora vuole che gli venga restituita nelle stesse condizioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento