menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferriere in festa per il ritorno sui monti di don Stefano Garilli

Tanti fedeli hanno accolto don Stefano Garilli nella chiesa di San Giovanni Battista di Ferriere. Il vescovo mons. Gianni Ambrosio alle 17 di domenica 5 luglio ha presieduto la celebrazione eucaristica d'ingresso del nuovo parroco

Ad accogliere don Stefano Garilli tanta gente nella Chiesa di San Giovanni Battista di Ferrieree il vescovo mons. Gianni Ambrosio che alle 17 di domenicaha presieduto la celebrazione eucaristica d’ingresso del nuovo parroco. Don Stefano, classe 1955, sacerdote dal 1984, dal 2000 era alla guida della Parrocchia di San Giorgio. Subentra a don Giuseppe Calamari che dopo 24 anni lascia la guida della parrocchia valnurese.

Il rito, aperto dal canto di accoglienza “Santa Chiesa di Dio” eseguito dalla corale “Le Ferriere”, è stato seguito con particolare attenzione e devozione dalla comunità con il sindaco di FerriereGiovanni Malchiodi e i membri di giunta, il vice di San Giorgio Donatella Alberoni; il Presidente della sezione Alpini di Piacenza Roberto Lupi e il past presidente Bruno Plucani. Con loro tante penne nere ferrieresi della provincia e con una delegazione di Varsi Valceno. Le prime parole del vescovo Gianni sono di ringraziamento per don Giuseppe che della comunità è statopadre, fratello, amico e Buon Pastore, le successive per don Stefano, “il sacerdote che aveva pronto la disponibilità ancor prima di conoscere la proposta”.

100_2753-2 don Stefano Garilli-4 Don Giuseppe Calamari-3

La celebrazione è proseguita con le letture, le preghiere, gli interventi dei rappresentanti della comunità parrocchialee le successivefasi liturgiche. Ultimo atto la firma sull’altare del verbale dell’Ingresso, documento, che certifica l’impegno del nuovo Parroco a servire la sua comunità, controfirmato anche da due membri dei Consiglio Pastorale Parrocchiale e dal Vescovo il quale ha richiesto e raccomandato la partecipazione e la piena collaborazione della comunità attraverso la quale passano i fermenti di vita e la fraternità cristiana. Al termine il ringraziamento in nome del Consiglio Pastorale di Paolo Labati al vescovo per la nomina di don Stefano, l’augurio di Donatella Alberoni, vicesindaco di S. Giorgio “Sappia don Stefano operare come nel nostro Comune”  e del primo cittadino di Ferriere,Malchiodi “ Grazie al nostro parroco per aver accettato la sfida della montagna, ma il don è un Alpino e le sfide le sa vincere”. Sento parole di rammarico, ha detto tra l’altro, don Stefano perché in montagna sono rimasti  in pochi, ma una buona comunità si può fare anche con poche persone, dopo tutto i primi seguaci di Cristo erano solo 12 e anche un po’ scalcinati..!

100_2782-2 don Stefano Garilli don Giuseppe Calamari-2 100_2788-2

DON STEFANO GARILLI

E’ nato a San Giorgio nel 1955 da famiglia dedita ai lavori agricoli;  dopo aver frequentato le scuole elementari a Villò e le medie a Piacenza, Stefano decise di iscriversi alle scuole professionali trovando poi lavoro come meccanico presso una concessionaria. Militare nel 1976/77 nel Reggimento alpini di Belluno si adoperò per  prestare servizio e aiuto alle popolazioni del Friuli colpite dal terremoto del maggio-settembre 1976. Fin dalla gioventù aveva gravitato attorno alle varie attività parrocchiali, ma fu l’esperienza bellunese ad indirizzarlo sulla via della vocazione  e ad entrare in seminario al Collegio Alberoni divenendo sacerdote  nel 1984. Curato a Piacenza in San Corrado, passò poi alla parrocchia di Brugneto (Ferriere), dove rimase cinque anni. E’ stato poi a capo della parrocchia di Varsi, centro della media Val Cenodi 1200 abitanti,  e dal 2000 parroco di San Giorgio e moderatore U.P. 4 vicariato val Nure.Dal 2006 don Stefano è cappellano dell’Associazione Nazionale Alpini sezione di Piacenza.

100_2772-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento