Ferriere, ponte Nano e guado dei Folli verranno sistemati

Ma il sindaco Giovanni Malchiodi critica la Provincia: «Venite a vedere in che condizioni è la strada del Mercatello»

Il sindaco di Ferriere Giovanni Malchiodi

Gioie e dolori per il Comune di Ferriere. Il sindaco Giovanni Malchiodi accoglie con entusiasmo la notizia del finanziamento della Regione sul guado di Folli, ma rilancia sulla strada provinciale del Mercatello. «C’è soddisfazione – spiega Malchiodi -, perchè abbiamo ottenuto gli 80mila euro necessari per sistemare la strada comunale di Folli in modo definitivo. Ringrazio l’assessore regionale Paola Gazzolo, così potremo mettere in sicurezza quel tratto, che negli ultimi tempi era a rischio a causa dell'esondazione del Rio del Castello, con un ponte abbastanza largo». I lavori, per una struttura da 11 metri per 6,80, partiranno a breve. «Contiamo di avere finito per maggio». In arrivo, nel frattempo, anche 600mila euro dalla Provincia per sistemare le barriere e la parte superiore del ponte Nano.

Malchiodi però ha bacchettato l’Amministrazione Provinciale, durante l’incontro dei sindaci sul bilancio previsionale. Se il guado di Folli è in via di sistemazione, il ponte provvisorio della Provinciale di Folli – crollato il 14 settembre 2015 – rimarrà così ancora per lungo tempo. «Chiedo alla Provincia quando pensa di sistemare definitivamente la struttura e l’area». Al tempo stesso ha criticato anche per le condizioni della strada del Mercatello. «Capisco le difficoltà – ha preso la parola - è difficile aiutare tutti, ma devo intervenire perché sono responsabile del mio territorio. Ricevo molte segnalazioni sulla strada del Mercatello, che era inserita nel piano delle opere del 2016 e poi è stata rinviata. È una strada che collega due vallate, è frequentata da tanti ciclisti e motociclisti nel weekend. La strada è disastrosa, venite a vederla, tutti i giorni si bucano delle gomme. Dovevate rifarla prima dell’estate 2016. Non si può lasciarla così, c’è il pericolo che qualche ciclista si spacchi la testa. Così non va, invito a vederla di persona».

«Non siamo potuti intervenire – ha risposto il vicepresidente con delega ai lavori pubblici Patrizia Calza - perché ci sono state tante emergenze, e purtroppo il territorio di Ferriere è uno dei più disastrati e ha già ricevuto tanti finanziamenti su altre situazioni. In più si è creato un problema su Ponte Nano, che ci sembra più urgente. A Folli non possiamo intervenire con queste risorse, ci vorrebbero soldi dalla Regione, sarebbe un importo talmente significativo che in questi tempi non ci possiamo permettere. Per la strada del Mercatello non è stato possibile confermare l’intervento nel 2016 e quest’anno, sarà rinviato al 2019, faremo comunque manutenzione ordinaria in primavera». «Chiedete i soldi – ha detto ancora Malchiodi – presto, perché se viene anche solo mezza alluvione viene via tutto lì». «Il ponte dei Folli – ha aggiunto il presidente Rolleri - fa parte della lista degli interventi che hanno un importo elevato, insieme ad altri. Situazioni che ben conosciamo ma a cui non possiamo far fronte, adesso».

Sul ponte di Folli è intervenuto anche il dirigente della Provincia, l’ingegner Stefano Pozzoli, che ha voluto rassicurare sulle condizioni del ponte sulla provinciale in questione. «È un ponte che può essere sovrastato dall'acqua senza creare problemi. Con 350mila euro abbiamo realizzato un ponte di tubi che in caso di piena eccezionale può essere sormontato dall’acqua». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento