menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo l'incidente in stazione riapre la circolazione su due binari

AGGIORNAMENTO ORE 18.30 DELL'11 DICEMBRE - È ripreso alle 15.30 su entrambi i binari il traffico ferroviario fra Piacenza e Piacenza Ovest, linea Milano – Piacenza – Bologna. Alle 6.10 era stata attivata la circolazione alternata su un solo binario. I treni regionali con origine Milano e destinazione finale Piacenza e viceversa sono limitati a Codogno fino al completo ripristino dell’infrastruttura, previsto nei prossimi giorni. Fra Codogno e Piacenza è attivo un servizio di autobus sostitutivi. I lavori di ripristino, necessari dopo lo svio di un carro merci estero tra Piacenza e Piacenza Ovest nel pomeriggio di ieri martedì 10 dicembre, sono continuati durante tutta la notte e nella giornata di oggi. All’opera 60 persone fra tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) e ditte appaltatrici.

----

È riattiva dalle ore 6.10 la circolazione ferroviaria alternata, con rallentamenti fino a 20 minuti, fra Piacenza e Piacenza Ovest. I treni in stazione a Piacenza sono ricevuti al binario 4. È stata riprogrammata anche l’offerta commerciale, previsti quattro treni all’ora. I lavori di ripristino dell’infrastruttura, a causa dello svio di un carro merci estero tra Piacenza e Piacenza Ovest nel pomeriggio di ieri, sono stati portati avanti durante tutta la notte. Ancora all’opera 60 persone tra tecnici di Rete Ferroviaria Italiana e ditte appaltatrici per la riattivazione del secondo binario. Sono disponibili 6 bus a Piacenza e 5 a Codogno per servizi sostitutivi di spola.

INCIDENTE FERROVIARIO DI PIACENZA, RANCAN (LEGA):  «LA REGIONE  FACCIA LUCE SULLE RESPONSABILITÀ»

Matteo Rancan, consigliere della Lega in Regione ha presentato oggi un’interrogazione alla giunta regionale per ottenere chiarimenti sull’incidente ferroviario avvenuto a Piacenza nel pomeriggio del 10 dicembre. L’atto ispettivo punta ad inquadrare le responsabilità del sinistro e a verificare l’adeguatezza e la tempestività di un eventuale servizio sostitutivo delle corse. «Sebbene si sia evitata una sciagura di gravissime proporzioni, quello capitato a Piacenza – commenta Rancan – resta un tremendo e spaventoso episodio per tutti i pendolari e viaggiatori coinvolti. In questi momenti nei quali spicca il silenzio del presidente regionale Bonaccini e di tutta la sua giunta, esprimo tutta la mia più sentita vicinanza ai passeggeri che hanno vissuto un'impressionante esperienza. L’esecutivo regionale si impegni ora ad evitare i disagi conseguenti all’accaduto».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Patate, in Appennino quelle di qualità sono di casa

Attualità

Podenzano, Piva toglie le deleghe all’assessore Scaravella

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento