menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della giornata

Un momento della giornata

Festa patronale di San Paolo, il "Paliotto 2016" va a Renzo Fumi

Alla festa della Conversione di San Paolo Apostolo la corale ha accompagnato i momenti liturgici della solenne cerimonia che si è conclusa con il conferimento del "Paliotto 2016" al parrocchiano Renzo Fumi

La parrocchia continua ad avere un ruolo importante per la vita della gente e ad incidere sullo stile di vita di molti. Succede in particolare nella comunità cittadina di San Paolo, dove l’impronta lasciata da monsignor Adriano Dozza, parroco dal 1941 dal 1985, è continuata con la guida spirituale del parroco monsignor Bruno Perazzoli da oltre 30 anni - pur in un continuo mutare di scenari sociali, con una popolazione progressivamente cambiata, dall'età media che ogni anno sale e con tanti stranieri - che continua ad affrancare tanti alla fede della Chiesa. Ne è prova l'elevata partecipazione che domenica 24 gennaio, in occasione della ricorrenza delle festa patronale della Conversione di San Paolo Apostolo, ha contraddistinto la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo monsignor Gianni Ambrosio. La corale ha accompagnato i momenti liturgici della solenne cerimonia conclusa dal conferimento del "Paliotto 2016" al parrocchiano Renzo Fumi. Il successivo affollato incontro conviviale, oltre al piacere della tavola, ha riportato a rivivere tanti ricordi e a rinsaldare vincoli di amicizia e solidarietà.

Il "Paliotto" è un tangibile segno di gratitudine che la "comunità sanpaolina" conferisce annualmente ad una persona che si è particolarmente distinta per spirito di servizio ed attaccamento ai valori della parrocchia. Istituito nel 2013, è stato assegnato a Paolo Zermani, Giorgio Mezzadri, Maria Teresa Silvotti e ora «Con grande e sincera gratitudine a Renzo Fumi: da moltissimi anni operatore federe e generoso nell’essersi adoperato silenziosamente per la comunità parrocchiale con il servizio liturgico con la presenza discreta alle occasioni più significative della vita pastorale, con l'adesione continua al cammino formativo dell'Azione Cattolica e nell'aver operato, per tanti anni, quale ausiliario nella casa del soggiorno estivo di Codogno Val Taro». L’attestato di benemerenza è esteso alla moglie Bianca Maria Inzani Fumi.

Monsignor Adriano Dozza e don Bruno Perazzoli-2 la comunità san paolina nell?anno 2000-2

Nelle foto d’epoca:

ii parroci mons. Adriano Dozza e Bruno Perazzoli;

la comunità san paolina nell’anno 2000. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento