Festa della polizia: "Reati in calo, ma vietato abbassare la guardia"

158esima Festa della polizia, al Municipale. Nella relazione il questore Rosato afferma come, nel 2009, "i reati siano calati". "Merito della sinergia coi cittadini - dice -, e delle strategie di contrasto alla criminalità. Ma bisogna tenera alta l'attenzione"

polizia_119158esima Festa della polizia di Piacenza al teatro Municipale di via Verdi questa mattina. Platea gremita di autorità e ospiti importanti (tra i quali il segretario nazionale del Pd Pierluigi Bersani) per una ricorrenza molto sentita in città. Sul palco, gli allievi della scuola agenti.

CALANO I REATI - Il questore Michele Rosato, nella sua relazione, non ha mancato di ringraziare tutti i "segmenti" della polizia cittadina (dalla stradale all'amministrativa, passando per la mobile e la ferroviaria) "per l'impegno profuso e i grandi risultati raggiunti quest'anno". "I delitti denunciati - dice Rosato - nel 2009 sono stati 10mila e 47. Diverse centinaia in meno rispetto agli anni passati. Così i furti in appartamento: nel 2007 furono 961, l'ultimo anno 727". Il merito, prosegue il questore, "va all'incessante lavoro degli uomini della questura, con le diverse strategie di contrasto all'illegalità". "Vietato però sentirsi appagati - continua -: molto è stato fatto, ma molto è ancora da fare".

dscf4202ALTO L'USO DI DROGHE - Passaggio, poi, sull'immigrazione: "Nel 2007 l'afflusso migratorio nel territorio piacentino era di 16mila persone: oggi di 26mila. Questo comporta un maggior lavoro di controllo, per fare in modo che coloro che vengono in Italia per delinquere non rovinino il nome di tanti stranieri onesti qui per lavorare e rispettare le leggi". Tanto è stato fatto, inoltre, "nelle scuole, per insegnare ai ragazzi la cultura della legalità, contro i pericoli delle droghe: purtroppo, nonostante questi sforzi, l'uso di stupefacenti si mantiene alto, perciò bisogna insistere ancora".

I RICONOSCIMENTI - Fondamentale, infine, per il questore, "la sinergia coi cittadini, che hanno il diritto di sentirsi sicuri e possono dare una mano ai tutori dell'ordine a reprimere la criminalità". Proprio in questa direzione è stata ringraziata, con un omaggio floreale, una signora (nella foto sotto) che, vittima di una truffa, era riuscita ai ricordarsi il numero di targa dei malviventi e farli catturare. Consegnati per azioni meritorie cinque riconoscimenti ad altrettanti poliziotti; omaggio, inoltre, in rappresentanza di tutte le donne in polizia, alla vicequestore aggiunto in pensione Maddalena Piccinini (nella foto a sinistra).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

signora_2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento