Filmato mentre vende droga a un ragazzo, un altro profugo in manette

Ancora un profugo nei guai per droga. Questa volta in manette un nigeriano di 28 anni che è stato bloccato dai carabinieri della stazione Levante ai Giardini Margherita dopo aver venduto marijuana a un piacentino

Lo scambio

Ancora un profugo nei guai per droga. Questa volta in manette un nigeriano di 28 anni che è stato bloccato dai carabinieri della stazione Levante al termine di un servizio mirato. I militari lo hanno filmato mentre incontra un cliente, contratta il prezzo e gli consegna la droga ai Giardini Margherita. E' successo nel pomeriggio dell'8 marzo verso le 17.30. Il richiedente asilo, ospitato all'Ostello Tre Corone di Calendasco, provvisto di un documento di soggiorno e sul nostro territorio da due anni, ha incontrato un ragazzo piacentino di 28 anni seduto su una panchina all'interno dei giardini, dopo aver parlottato qualche minuto, lo straniero si è allontanato per recuperare tre dosi di marijuana, 2 grammi e mezzo, in un cespuglio, e gliele ha consegnate. Dopo lo scambio i due si sono allontanati in direzioni opposte e sono stati prontamente fermate dai carabinieri. Il piacentino in tasca aveva la droga, il profugo 55 euro in contanti in banconote di piccolo taglio, ulteriore prova della sua attività illecita. E' stato portato in caserma e su ordine del pm di turno, Roberto Fontana, ha passato la notte nelle celle di sicurezza dove ha dato di matto. 

Comparso davanti al giudice Luca Milani e al pm Sara Macchetta - che aveva chiesto la custodia cautelare in carcere - ha dichiarato che i carabinieri avevano sbagliato persona e che lo avevano confuso con qualche altro ragazzo di colore. Il suo legale, Tania Lupi, ha chiesto i termini a difesa. Il giudice ha convalidato l'arresto e ha disposto per il nigeriano il divieto di venire a Piacenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento