menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A destra l'appuntato Michele Petrarca

A destra l'appuntato Michele Petrarca

Finanziere libero dal servizio arresta uno scippatore: «Sempre pronti ad aiutare i cittadini»

Ha visto una donna in difficoltà e non ha esitato un attimo ad aiutarla e a rincorrere l'uomo che la stava scippando in via Scalabrini. Protagonista un appuntato della Guardia di Finanza che libero dal servizio ha arrestato un romeno di 34 anni

Ha visto una donna in difficoltà e non ha esitato un attimo ad aiutarla e a rincorrere l'uomo che la stava scippando. E' successo nel pomeriggio del 10 dicembre. L'appuntato della Guardia di Finanza Michele Petrarca, in quel momento libero dal servizio e impiegato nella nostra città nella Sezione Antiterrorismo Pronto Impiego, stava passando in auto quando ha visto una ragazza strattonata da una persona che stava cercando di scipparla, l'ha soccorsa e poi si è messo all'inseguimento del malvivente.

Dopo pochi minuti l'ha bloccato e fermato all'imbocco del Pubblico Passeggio in piazzale Libertà. Nel frattempo era riuscito ad avvisare la sala operativa della Finanza e a chiamare il 113. L'uomo, un romeno di 34 anni residente nel Lodigiano e incensurato, non voleva arrendersi e ha colpito il militare con calci e pugni fino a quando non sono arrivati i colleghi e  gli agenti della volante che lo hanno ammanettato e caricato sulla volante. Fondamentale l'aiuto di alcuni passanti che hanno supportato l'appuntato. 

«Siamo sempre finanzieri, o poliziotti o carabinieri anche quando non siamo in servizio. I nostri uomini sono sempre a disposizione della colettività» dichiara il capitano della Guardia di Finanza. «La collaborazione tra forze dell'ordine è fondamentale e ci permette di ottenere grandi risultati», gli fa eco il capo di Gabinette della questura, Stefano Vernelli. Lo straniero è stato arrestato con l'accusa di tentata rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale, ma è anche stao denunciato per tentato furto. Il romeno infatti un'ora prima in via Romagnosi aveva tentato già di scippare un'altra donna senza riuscirci: la vittima ha riconosciuto il suo aggressore e per questo è quindi stato denunciato. Lo straniero ha negato le accuse dicendo di essere venuto a Piacenza per cercare lavoro come elettricista.  La ragazza vittima dell'aggressione in via Scalabrini si è allontanata poco dopo, forse per lo choc, e per questo la Finanza e la Questura lanciano un appello: «Si faccia viva: la sua testimonianza è fondamentale». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento