rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca Ferriere

Fiumi piacentini sorvegliati speciali, Aveto a rischio esondazione

L'ultimo rilevamento a Salsominore ha superato quota 6,80 metri (la notte dell'alluvione del settembre del 2015 furono 8,20). Si alzano rapidamente anche Arda e Trebbia

Il maltempo delle ultime ore e la pioggia incessante stanno contribuendo all'innalzamento repentino dei fiumi della provincia. 

AVETO - In cima alla lista dei sorvegliati speciali c'è l'Aveto che a Salsominore ha fatto registrare un'ulteriore crescita di 1 metro. Alle 20 dell'11 dicembre ha superato quota 6,80 metri (la notte dell'alluvione del 14 settembre del 2015 furono 8,20). Si parla quindi di concreto rischio esondazione per l'Aveto con una piena da record e la diga di Boschi che sta scaricando, intorno alle 23, oltre 934 metri cubi d'acqua al secondo. Se non cessa di piovere, la situazione è a rischio.

ARDA - Riguardo invece la situazione del fiume Arda, alle 19,21 dell'11 dicembre è stato registrato un innalzamento del livello idrometrico oltre la soglia 2 a Case Bonini.

TREBBIA - Il Trebbia ha superato la soglia 2 alle 21.02. A Marsaglia tocca i 4,03 metri, a Bobbio i 4,5 metri. Raffaele Veneziani, sindaco di Rottofreno, informa così i suoi cittadini: «Ribadisco situazione di criticità elevata su tutto il bacino del Trebbia, con situazione in costante peggioramento su tutta l'asta del fiume. Avvisati tutti gli esercenti con attività in golena di allontanarsi dalle zone non protette da argini».

PO - Sono costanti i monitoraggi del livello del Po sia a Piacenza che nella zona di Borghetto. Al momento non si segnalano criticità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumi piacentini sorvegliati speciali, Aveto a rischio esondazione

IlPiacenza è in caricamento