Addio ad Angelo e Domenico: "Appassionati cantori della vita"

Agazzano piange il sindaco Domenico e il figlio Angelo Ferrari, morti in un tragico incidente subacqueo a Portofino. La moglie Isabella: "Domenico mi ha chiesto molto, mi ha dato in cambio molto di più"

funerale_6E' una giornata uggiosa ad Agazzano, quasi autunnale. Fa freddo, pioviggina. Come se il tempo si fosse vestito a lutto, in un giorno che nessuno avrebbe mai voluto vivere, sostenere. Si sono celebrati venerdì 30 luglio, infatti, i funerali di Angelo e Domenico Ferrari, sindaco e il proprio figlio del paese della Val Luretta, dopo la tragica morte sabato 24 luglio in un incidente subacqueo nei pressi di Portofino.

"MI HA DATO TANTO" - C'è molta gente. Ci sono i sindaci di tutta la provincia, c'è il paese, ci sono i colleghi di Domenico, ci sono gli amici del figlio. Sono state posizionate delle sedie fuori dalla chiesa per accogliere tutti, la celebrazione viene diffusa attraverso due autoparlanti. E' la moglie Isabella Castelli a prendere parola, la voce è ferma nonostante l'emozione, è una donna forte, di carattere, e ricorda il marito scomparso: "Il nostro è stato un cammino vissuto intensamente per 20 anni. Domenico ha chiesto molto a me, ma quello che mi ha dato in cambio è stato molto di più". Poi vengono ricordate le stesse letture che, 20 anni orsono, il 16 giugno 1990, accompagnarono il loro matrimonio.

"CANTORE DELLA VITA" - Lo ricorda il parroco, Domenico, don Mario Boselli. E viene letto il messaggio del vescovo monsignor Gianni Ambrosio, "vicino agli altri figli Viola e Daniele", speranzoso che Dio "dia a una famiglia di fede la luce per tornare a una qualità dell'esistenza nell'amore del Signore", "commosso e colpito" dalla tragedia. La parola, infine, va a don Claudio Carbeni, vicario episcopale della Val Luretta, il quale ricorda il sindaco di Agazzano come "appassionato cantore della vita", che sapeva "superare la stanchezza e la fatica per sacrificarsi per la comunità", dalla grande "passione umana e politica".

"BATOSTA DELLA VITA" - "Un uomo - conclude il sacerdote - che aveva saputo usare e far fruttare appieno il talento e i doni che gli erano stati donati da Dio". Poi solo silenzio. E vuoto. Il vuoto di un paese che ha smarrito, in poco tempo, un'altra guida preziosa. E che, come i famigliari, dovrà avere coraggio e forza, ancora, per rialzarsi da questa "batosta della vita".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

funerale_7funerale_8

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento