menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Repertorio)

(Repertorio)

Dalla logistica la merce rubata finiva in negozi compiacenti: 14 persone in carcere

Primi dettagli sulla maxi indagine che ha portato al blitz dei carabinieri il 30 giugno: refurtiva per centinaia di migliaia di euro, un centinaio gli indagati a vario titolo. Tra loro anche guardie private in servizio negli hub Sda di Monticelli e Xpo di Pontenure

Trentasette misure cautelari (tra cui 14 custodie in carcere) e un centinaio di indagati. Sono i numeri salienti della maxi operazione condotta dai carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola che alle prime luci del 30 giugno hanno fatto scattare un blitz in città e in provincia per l'esecuzione delle ordinanze che il pubblico ministero Matteo Centini - che ha diretto le indagini - ha ottenuto dal Gip del tribunale di Piacenza. Un 'indagine lunga e complessa, iniziata nel 2017, e che ha fatto luce su centinaia di furti avvenuti nel tempo in due magazzini della logistica piacentina: la Sda di Monticelli e la Xpo di Pontenure. Da qui, grazie alla complicità di numerose persone tra magazzinieri, autisti, e anche gaurdie private addette alla sicurezza, è stata trafugata merce di ogni genere (high tech, abbigliamento, e altro) per centinaia di migliaia di euro. La merce veniva poi smerciata in nero dai ricettatori, pare anche grazie ad attività commerciali compiacenti in città e provincia.

Nelle prossime ore la Procura della Repubblica di Piacenza svelerà tutti i dettagli dell'operazione, che vede capi di imputazione come furto, ricettazione, associazione a delinquere e anche peculato, in quanto la Sda effettua spedizioni per conto di Poste Italiane che è un servizio pubblico.
All'alba di martedì 30 giugno decine di carabinieri, provenienti anche dalle Compagnie di Piacenza e Bobbio, hanno notificato le 14 ordinanze di custodia cautelare in carcere, altre 11 agli arresti domiciliari e 12 obblighi di presentazione all'autorità giudiziaria. Un centinaio le persone denunciate a piede libero: un numero impressionante che dà l'idea di quanto il sistema fosse articolato a vari livelli sul territorio piacentino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Podenzano, Piva toglie le deleghe all’assessore Scaravella

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento