Furto e inseguimento al mercato di San Nicolò, 24enne finisce in carcere

E' finito in carcere il marocchino arrestato a San Nicolò, lunedì mattina, dai cittadini e dal sindaco Raffaele Veneziani, che lo hanno consegnato ai carabinieri che stavano accorrendo. La decisione è stata presa dal giudice Italo Ghitti al termine del processo per direttissima

E’ finito in carcere il marocchino arrestato a San Nicolò, lunedì mattina, dai cittadini e dal sindaco di Rottofreno, Raffaele Veneziani, che lo hanno consegnato ai carabinieri che stavano accorrendo. La decisione è stata presa dal giudice Italo Ghitti al termine del processo per direttissima. Il marocchino, A.N., 24 anni, con numerosi precedenti penali alle spalle aveva rubato un il marsupio di un commerciante, al mercato, contenente 2.200 euro e alcuni assegni. Il pm Antonio Rubino ha chiesto la convalida dell’arresto e la custodia cautelare con l’accusa di furto aggravato dalla destrezza.
Il difensore del marocchino, l’avvocato Marco Malvicini, si è però opposto all’arresto, ritenuto illegittimo perché in quel caso di quasi flagranza sarebbe stato facoltativo. Il cittadino può arrestare sì un malvivente che commette un reato, ma il reato deve prevedere l’arresto obbligatorio. Inoltre, secondo il legale non ci sarebbe stata la destrezza, perché il marsupio era in un furgone lasciato aperto. La pubblica accusa, invece, ha replicato che la destrezza c’era - il giovane avrebbe atteso che il commerciante avesse perso di vista il marsupio - e che l’arresto è stato eseguito nei termini di legge. Al termine, l’avvocato ha chiesto un po’ di tempo per preparare la difesa e l’udienza è stata rinviata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento