menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Al centro il capitano Fabio Longhi e il maresciallo di Rivergaro Roberto Guasco

Al centro il capitano Fabio Longhi e il maresciallo di Rivergaro Roberto Guasco

Furto da 20mila euro a Quarto, i carabinieri si appostano in un campo e sorprendono i ladri

Alcuni ladri hanno rubato macchinari per 20mila euro al campo dei Lyons Quarto, hanno nascosto la refurtiva e quando sono andati a riprenderla hanno trovato i carabinieri. Dopo una violenta colluttazione due dei 3 malviventi sono stati presi, uno è fuggito. Fondamentali i cittadini della frazione

Nella notte tra sabato e domenica alcuni ladri si sono introdotti al campo di calcio dei Lyons Quarto e hanno rubato due tosaerba e altri strumenti per la manutenzione del verde per un valore di circa 20mila euro. Subito dopo hanno nascosto la refurtiva in un canale lì vicino contando di recuperarla notte tempo. Il presidente della squadra di calcio la mattina seguente si è accorto del furto e ha chiamato i carabinieri che hanno trovato i macchinari rubati.

I militari, capendo che i ladri sarebbero tornati col buio, si sono appostati in un campo. E infatti non si sbagliavano: verso mezzanotte i malviventi si sono presentati con un furgone con targa bulgara (targa applicata sopra a quella italiana, il furgone è risultato rubato a Voghera giorni fa). Erano in tre e appena scesi hanno trovati i carabinieri della stazione di Rivergaro, insieme al comandante Roberto Guasco, ad aspettarli. Ne è nata una violenta colluttazione (due militari sono rimasti feriti e medicati al pronto soccorso hanno riportato una prognosi di 10 giorni).

Un ladro è scappato, uno è stato bloccato non senza fatica dai militari, il terzo invece ha provato a scappare ma è stato visto da alcuni cittadini di Quarto mentre correva lungo la Statale 45 ed è stato bloccato dopo un inseguimento nei campi con i carabinieri. Si tratta di romeni con precedenti di circa 30 anni. Uno è stato arrestato per furto aggravato, lesioni, resistenza. Processato per direttissima ha patteggiato 2 anni. L'altro è stato denunciato per furto in concorso, resistenza, lesioni e ricettazione. Sul fuggitivo sono in corso diverse indagini.

Nel furgone, risultato rubato, sono state trovate taniche, pompe, tubi per rubare il gasolio e anche 20 chiavi passepartout che aprono e mettono in moto i furgoni Fiat. I carabinieri fanno sapere che si tratta proprio di una banda specializzata in furti di questo genere. La refurtiva è stata restituita ai legittimi proprietari.




 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccino, a Piacenza in arrivo quasi 54mila dosi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Il nuovo mercato coperto di piazza Casali pronto a metà 2023

  • Incidenti stradali

    Sbalzati dopo l'urto con un'auto, feriti due ciclisti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento