rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

«Con una scusa avvicina anziani e li deruba del Rolex: ecco come l'abbiamo incastrata»

E' accusata di aver derubato alcuni anziani di preziosi orologi. A processo una romena di 28 anni. In aula sfilano testi e il luogotenente, comandante della stazione carabinieri di Rivergaro che ha condotto le indagini

E' accusata di aver derubato alcune persone anziane dei loro orologi preziosi, in un caso ha usato anche violenza e per questo è accusata di rapina. Udienza nella mattinata del 22 settembre nei confronti di una 28enne romena difesa dall'avvocato Romina Cattivelli (che sostituiva il collega del foro di Verona, Alessandro Ballottin). Davanti al giudice Gianandrea Bussi (pm Monica Bubba) hanno parlato alcuni testi: una vittima, un elettratuto la cui cliente è stata derubata e il luogotenente dell'Arma Roberto Guasco (comandante della stazione di Rivergaro) che ha condotto le indagini. 

I fatti risalgono al 2017 e sono quattro: tre a Piacenza e uno a Rivergaro. Il primo è avvenuto nel paese della Valtrebbia, un uomo è stato avvicinato nel parcheggio di una casa di riposo e derubato del Rolex da una donna che lo ha distratto chiedendogli alcune informazioni. «Siamo risaliti all'Opel Astra con a bordo l'imputata e un complice visionando le telecamere presenti in zona. I video ritraggono l'auto dell'uomo seguita da quella dei malviventi che poi si allontanava poco dopo. Facendo l'intestatario grazie alla targa abbiamo scoperto trattarsi di un uomo (denunciato) il quale ne aveva intestate ottocento, tutte in uso a romeni dediti ai furti di preziosi e orologio ai danni di persone anziane», ha spiegato Guasco. «La donna - ha proseguito - è stata poi fermata durante un controllo e grazie al fascicolo fotografico prodotto la vittima di Rivergaro l'ha riconosciuta senza ombra di dubbio quale l'autrice del furto da quasi 8mila euro. Nelle settimane successive a Piacenza è accaduto di nuovo con lo stesso modus operandi».

«In via Boselli la vittima prescelta era una donna, all'epoca, 82enne. Grazie ai video delle telecamere dell'elettrauto abbiamo visto come davanti all'attività era arrivata una Golf Grigia dalla quale era scesa una donna che con abilità aveva sfilato l'orologio all'anziana che stava aspettando di riavere la vettura dopo alcune manutenzioni. Ed è a quel punto che è entrata in azione la 28enne: vedendo che l'elettrauto si stava avvicinando gli è corso incontro per distrarlo in modo tale da far guadagnare tempo alla sua complice. Anche in quel caso la Golf era intestata allo stesso uomo della Opel Astr». «L'artigiano - ha proseguito il militare - ha poi riconosicuto con sicurezza la donna grazie sempre al fascicolo fotografico». In via Nova il terzo. «Qui - spiega Guasco -  la donna ha avvicinato un anziano e l'ha strattonato per il polso, di lì la rapina, e si è intascata un prezioso orologio, il quarto invece è avvenuto sul Pubblico Passeggio con lo stesso abile modo. Gli orologi hanno ciascuno un valore di circa 6-7 mila euro, nel bottino ne sono finiti quattro». Il processo è stato rinviato a marzo 2022.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Con una scusa avvicina anziani e li deruba del Rolex: ecco come l'abbiamo incastrata»

IlPiacenza è in caricamento