menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Antonello Da Messina a Piazzetta Piacenza: "la prima" del video sull'Ecce homo

Giovedì 24 settembre la galleria Alberoni proietterà in piazzetta Piacenza un nuovo breve e suggestivo video, la cui realizzazione si è appena conclusa, interamente dedicato al capolavoro di Antonello da Messina raffigurante l'Ecce homo

Dopo essere stata presente a Milano Expo 2015 nello scorso mese di agosto per promuovere il suo patrimonio storico, artistico e scientifico e collaborare con gli altri musei piacentini nell’attività di presentazione del più ampio patrimonio museale piacentino, la galleria Alberoni torna in piazzetta Piacenza mercoledì 23 settembre e giovedì 24 settembre 2015.

Continua anche nel mese di settembre l’attività di divulgazione, presentazione e promozione del patrimonio alberoniano presso il grande evento milanese.

Mercoledì 23 settembre si distribuiranno nuove brochure di promozione del patrimonio alberoniano in dialogo con i visitatori. Nicoletta Caprio, stagista dell’ente, sarà in Piazzetta per continuare la distribuzione delle due nuove ed eleganti brochure che presentano, per immagini e testi, le eccellenze del patrimonio artistico e scientifico custodito al collegio Alberoni.

La buona riuscita dell’esperienza intrapresa nel mese di agosto e il confortante interesse manifestato dai visitatori, disponibili a mettersi in dialogo e in ascolto della storia alberoniana, a partire proprio dalla visione dei due nuovi strumenti di comunicazione, ha indotto l’Opera Pia Alberoni ha perseverare nell’attività di promozione.

La giornata in piazzetta sarà inoltre dedicata alla distribuzione, in accordo con la galleria Ricci Oddi di Piacenza, del pieghevole relativo al progetto Ecce Vita e agli altri strumenti di promozione della rete museale.

Giovedì 24 settembre la galleria Alberoni proietterà in piazzetta Piacenza un nuovo breve e suggestivo video, la cui realizzazione si è appena conclusa, interamente dedicato al capolavoro di Antonello da Messina (1430-1479 ca) raffigurante l’Ecce Homo.

Si tratta di un filmato di circa 2 minuti che, in una forma che lo avvicina sia al trailer, ma anche al documentario, poiché insieme alla suggestioni delle immagini riesce a offrire le nozioni essenziali a una prima conoscenza del capolavoro, potrà contribuire alla presentazione della perla del patrimonio alberoniano e della raccolta del Cardinale.

Il video è stato realizzato dai registi Silvano Tinelli e Gianluigi Ruzzenenti che, negli anni scorsi hanno già collaborato con l’Istituzione di San Lazzaro, firmando opere di grande bellezza e capacità comunicativa.

Nel 2009, quali soci di Cineclub Piacenza, hanno realizzato il documentario intitolato Il Collegio Alberoni di Piacenza, impegnativo e riuscito lungometraggio che racconta esaustivamente la storia del Collegio, del Cardinale suo fondatore, e dell’immenso patrimonio in esso custodito.

Nel 2014, in occasione delle Celebrazioni per il 350° anniversario della nascita di Giulio Alberoni, l’Opera Pia Alberoni, con la collaborazione di Cineclub Piacenza, ha incaricato Tinelli e Ruzzenenti della realizzazione di un video, della durata di circa 15 minuti, dedicato alla rievocazione della nascita e dell’infanzia di Giulio Alberoni e intitolato Dalla terra le umili origini del cardinale Giulio Alberoni, su testi e soggetto scritti da Padre Erminio Antonello, Superiore del Collegio Alberoni.

In occasione di Expo 2015 l’Opera Pia Alberoni ha voluto realizzare un breve intenso ed efficace video interamente dedicato al capolavoro di Antonello da Messina e ha pertanto incaricato GianLuigi Ruzzenenti e Silvano Tinelli di questo omaggio all’Ecce Homo.

I due registi hanno provveduto a realizzare nuove immagini in HD con macchine e luci professionali e cinematografiche. Le riprese sono risultate abbastanza complesse per la necessità di trovare soluzioni tecniche che permettessero la registrazione di immagini di grande qualità, con primi piani degli strepitosi dettagli dipinti da Antonello da Messina, senza aprire né mettere mano alla vetrina climatizzata che custodisce l’opera, al fine di evitare qualsiasi variazione del microclima programmato, che garantisce la conservazione di questa tavola tanto preziosa quanto delicata.

Come si può apprezzare dalla visione del video i risultati sono davvero molto buoni, poiché la grandiosità della tecnica di Antonello e la bellezza e l’effetto potentemente drammatico e realistico del volto di Cristo sono assolutamente ben restituiti.

Il filmato però non intende solo emozionare, ma anche permettere al pubblico una prima conoscenza del capolavoro che potrà essere approfondita con una visita all’Alberoni.

Il video si avvale infatti del commento storico - artistico di Davide Gasparotto, attualmente responsabile delle collezioni di pittura del Getty Museum di Los Angeles, per molti anni funzionario della Soprintendenza ai Beni Storici Artistici di Parma e Piacenza e profondo conoscitore dell’opera di Antonello e delle collezioni artistiche alberoniane.

In poche frasi efficaci e ben calibrate che compaiono, nelle due versioni del video che sono state preparate, sia come sottotitoli alla versione per sole immagini e musiche, che espresse dalla stessa voce dello storico dell’arte, nella versione per immagini, musiche e commento sonoro, vengono presentate la storia e bellezza della tavola dipinta da Antonello.

Scelta delle musiche e sonorizzazione sono di Pietro Tagliaferri musicista e solista piacentino, regista televisivo e docente di clarinetto presso il Conservatorio Nicolini di Piacenza.

Il video, dopo “la prima” in piazzetta Piacenza, sarà poi utilizzato alla galleria Alberoni, nelle future iniziative di presentazione del capolavoro su tavola, sul sito del Collegio Alberoni e sulle pagine della Galleria aperte nei mesi scorsi sui principali social.

Gian Luigi Ruzzenenti, dalla pellicola all’alta definizione, ha percorso tutte le tappe della registrazione video. Appassionato e preparatissimo, divide la sua competenza tra le riprese video in HD ed il montaggio. Binari, cavalletti, luci, registrazione del sonoro e movimenti macchina sono di sua competenza, sempre aspirando alla qualità massima della registrazione. Telecamere e strumenti sono al servizio di un originale rapporto con il movimento ed il racconto cinematografico.

Silvano Tinelli cattura, da molto tempo, immagini sia fotografiche che video.

Diventa istruttore federale di attività subacquee per poter conoscere le persone ed il mare,

si interessa di entomologia e botanica con apprezzate pubblicazioni e video al suo attivo.

Studioso di ambiente, tradizioni e storia del nostro territorio, cerca di fermare e conservare frammenti originali e preziosissimi delle nostre tradizioni e della nostra lingua.

Gian Luigi Ruzzenenti e Silvano Tinelli hanno prodotto numerosi video, riscuotendo apprezzamenti e premi.

Militanti storici del Cineclub Piacenza G. Cattivelli, ora insieme, testimoniano la bellezza e l’eccellenza del territorio, le sue opere d’arte, l’ambiente da apprezzare e raccontare senza timore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento