«Gerbido e Mortizza dimenticate, alla giunta la periferia non interessa»

Un gruppo di residenti delle due frazioni: «Siamo alle solite: i lavori vengono svolti solo in parte, il resto a quando?»

«Sono state scritte – scrive un gruppo di abitanti di Gerbido e Mortizza - diverse segnalazioni riguardanti lo stato di degrado e abbandono della strada che collega le frazioni Gerbido, Bosco dei Santi e Mortizza ma solamente una piccola parte di lavoro è stato eseguito. L'intervento effettuato è stato minimo rispetto alla reale necessità e, anche dopo quasi 6 mesi dalla prima segnalazione, tutto è rimasto invariato, anzi, peggiora come è normale che sia. Nonostante le varie segnalazioni sulla rete, evidentemente l'amministrazione comunale ha ritenuto più comodo tenere conto solo di una piccola parte di tutto quello che era stato messo in evidenza? Per fare un riassunto delle puntate precedenti: tombini non a livello con il manto stradale, buche chiuse in qualche modo, centinaia di metri di crepe nell'asfalto, pozzanghere paragonabili a laghi anche in caso di scarsa pioggia per i dislivelli presenti, ciglio della strada che non permette il deflusso dell'acqua e adesso aggiungiamoci anche: alberi che coprono numerosi pali di illuminazione pubblica, segnaletica verticale in cattivo stato: storta, sbiadita, assente (per fare un esempio: i paracarri che delimitano la sede stradale sono stati installati l'ultima volta nel 1990? Ormai sono un ricordo) e segnaletica orizzontale non sempre presente. Per continuare: ogni quanto viene effettuato il taglio dell'erba sul ciglio della strada? Per fortuna ci sono gli agricoltori della zona che ogni tanto pensano a questo! Dalla giunta è stato sbandierato il consolidamento del manto stradale per questa zona ma è palese che qualcosa non funzioni! Si pensa sempre ai dossi rallentatori in città, ai biscotti e adesso al cordolo sul Corso ma della periferia non ve ne frega nulla! Di seguito vengono inserite una serie di immagini per documentare il tutto. Notare l'erba che raggiunge metà cartello di inizio paese, fra l'altro diventato quasi illeggibile, mentre, nell'altra immagine a Bosco dei Santi, la chioma delle piante che copre totalmente l'illuminazione pubblica».

FullSizeRender-12-4

IMG_1819-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento