Gettano le ostie a terra e rubano la pisside dal tabernacolo, furto sacrilego in San Savino

Si tratta di un oggetto molto prezioso che risale al 1700. Il colpo è avvenuto durante un momento di preghiera. Indagano i carabinieri della stazione Levante

La chiesa di San Savino in via Alberoni

Furto sacrilego nella parrocchia di San Savino, davanti ai giardini Merluzzo in via Alberoni. L'altra mattina i ladri sono entrati in chiesa e sono riusciti a mettere le mani su una preziosa pisside (il calice liturgico che contiene le ostie consacrate) risalente al 1700: un manufatto molto pregiato e con un coperchio di argento, che si trovava dentro il tabernacolo alle spalle dell'altare. I ladri hanno agito durate l'apertura al pubblico della chiesa, mentre alcune donne stavano recitando il rosario. Nessuno però, a quanto pare, si è accorto di nulla. I malviventi oltretutto hanno gettato a terra le ostie prima di fuggire con il prezioso bottino. Delle indagini se ne stanno occupando i carabinieri della stazione Levante ai quali si è rivolto il parroco quando ha scoperto il furto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento