Addio a Gianluca Perdoni, giornalista sportivo innamorato del Piacenza

E' morto questa mattina il giornalista piacentino Gianluca Perdoni. Aveva 44 anni ed era noto soprattutto nell'ambiente sportivo locale per la grande passione e competenza nel seguire il Piacenza Calcio, ma non solo

Gianluca Perdoni (Fonte Facebook)

E’ morto questa mattina il giornalista piacentino Gianluca Perdoni. Aveva 44 anni ed era noto soprattutto nell’ambiente sportivo locale per la grande passione e competenza nel seguire il Piacenza Calcio, ma non solo. Perdoni si era ammalato gravemente da circa un anno, ma nonostante la malattia lo avesse costretto a letto, è sempre riuscito a portare avanti la sua passione per il giornalismo. Aveva una lunga esperienza come cronista e negli ultimi anni, oltre ad essere stato corrispondente per Il Giorno da Piacenza, aveva lavorato anche a Teleducato Piacenza.
I funerali si terranno a Villò alle 16 di giovedì 10 aprile.
Alla sua famiglia e ai suoi amici va l’abbraccio di tutta la nostra redazione.

gianluca perdoni-3IL RICORDO
«Ciao giornalista schietto e cronista di strada»
Di GIROLAMO LACQUANITI

IL CORDOGLIO DEL SINDACO PAOLO DOSI -  “Lo ricordo brillante e irriverente, comunque non scontato, autentico appassionato di calcio e del Piace, curioso di capire, approfondire e comunicare quanto capitava a Piacenza e ai piacentini”. Così il sindaco Paolo Dosi ricorda Gianluca Perdoni: “La sua intelligenza e la sua sensibilità, da giornalista attento e preparato, erano l’espressione di un giovane che in questa realtà si è formato attraverso la grande passione per il Piacenza Calcio, ma anche seguendo con capacità e intuito i fatti di cronaca. Ha amato la vita e il suo mestiere, e, collaborando anche con testate sportive nazionali, ha contribuito alla diffusione dell’immagine della città. Gianluca lascia un profondo vuoto nei tanti che lo hanno conosciuto, come in tutti coloro che ne hanno apprezzato le doti umane e professionali”.

IL CORDOGLIO DEL PRESIDENTE MASSIMO TRESPIDI E DELLA PROVINCIA - “La scomparsa di Gianluca Perdoni – ricorda il presidente della Provincia Massimo Trespidi – mi addolora profondamente. Viene a mancare oggi un'altra figura importante del giornalismo piacentino ma soprattutto una persona sincera e appassionata oltremodo della sua professione. Al di là dell'impegno lavorativo, portato avanti con attenzione e determinazione, era consuetudine  scambiare con Perdoni qualche pensiero sulla città, sulla politica e sullo sport: era uno di quei giornalisti con cui si può chiacchierare, scambiarsi idee e punti di vista. Alla famiglia esprimo, a nome della Giunta e del Consiglio provinciale, sentite condoglianze”.

IL CORDOGLIO DI ROBERT GIONELLI (CONI) -  Con Gianluca Perdoni non perdo solo un collega ma anche un amico. Da giovani cronisti abbiamo condiviso interminabili pomeriggi con l’incarico di raccontare agli sportivi piacentini ogni minuto di gioco ed ogni fatto saliente di ogni singolo allenamento dell’ormai scomparso Piacenza Calcio. Durante quei pomeriggi abbiamo fatto amicizia, anche se spesso le nostre idee e le nostre previsioni sportive divergevano. Gianluca sapeva cogliere aspetti, soprattutto di carattere tecnico, che a me sfuggivano puntualmente; dettagli, sfumature, piccole cose su cui lui riusciva a costruire “la notizia del giorno”. Sapeva mettere la sua graffiante ironia e la sua piacevole voglia di andare controcorrente in ogni riga che scriveva. Era libero e indipendente, anche come giornalista, perché così era nato e così aveva saputo mantenersi. Ha contribuito a far conoscere il Piacenza Calcio, ma anche altri aspetti dello sport biancorosso, oltre i nostri confini provinciali. Anche per questo, come Delegato Provinciale CONI, lo ringrazio anche se tardivamente. Le mie condoglianze ed il senso del mio cordoglio a tutti i suoi familiari.

IL CORDOGLIO DEL PARTITO DEMOCRATICO - “Un giornalista competente e preparato. Un uomo leale e disponibile che mancherà a tutti noi”. Anche il Partito Democratico di Piacenza piange la scomparsa del giornalista piacentino Gianluca Perdoni, scomparso prematuramente questa mattina. “La passione e la serietà con le quali fino all’ultimo ha svolto la sua professione di cronista erano note a tutti. Spesso ha seguito da vicino anche le vicende politiche del partito e lo ha sempre fatto con lucidità e talento non comuni. Così come aveva seguito per anni on passione le sorti del suo amato Piacenza”. Il partito si stringe intorno ai famigliari e porge sentite condoglianze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento