menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Noi al fianco dei giornalisti che non hanno paura di testimoniare con il proprio lavoro la verità» 

Giornalista minacciata, tre a giudizio per violenza privata. Gli interventi dei sindacati Siap (polizia di Stato), Nsc (Arma dei carabinieri) e Sulpl (Polizia Locale): «Fatto inaccettabile»

Non arrivano solo dal mondo politico i commenti al rinvio a giudizio di tre persone accusate di violenza privata nei confronti della giornalista Emanuela Gatti, a loro si aggiungono tre sindacati: il Nuovo Sindacato Carabinieri, il Sindacato Italiano Appartenenti Polizia e il Sindacato unitario lavoratori polizia locale. 

ANDREA BECCHIO, SEGRETARIO PROVINCIALE NSC (Nuovo sindacato carabinieri): «GIORNALISTA GATTI, PROFESSIONISTA APPREZZATA. NOI AL SUO FIANCO»

«Andrea Becchio, vice brigadiere in forza alla Compagnia carabinieri di Piacenza è il primo segretario provinciale del Nuovo Sindacato Carabinieri (Nsc). La nomina è avvenuta su proposta del responsabile regionale, Armando De Angelis ed è stata decisa dalla segreteria nazionale. L'NSC inizia quindi la sua attività anche nel nostro territorio per promuovere, attuare e favorire la democraticità e la neutralità dell’Arma dei carabinieri, oltre che per tutelare in ogni sede gli interessi dei suoi appartenenti. Come primo atto la segreteria provinciale vuole esprimere vicinanza e solidarietà alla giornalista Emanuela Gatti della testata IlPiacenza.it, professionista apprezzata per la sua passione e per il suo impegno, che, come riportato nella giornata del 5 ottobre dalla stampa, è stata vittima di pesanti intimidazioni mentre svolgeva con dedizione e coraggio il suo lavoro quotidiano per documentare la realtà del nostro territorio. La segreteria provinciale del NSC si schiera in difesa della libertà di stampa, al fianco di Emanuela Gatti e di tutti i giornalisti che non hanno paura di testimoniare con il proprio lavoro la verità senza censure».

SANDRO CHIARAVALLOTI, SEGRETARIO PROVINCIALE SIAP (Sindacato italiano appartenenti polizia): «PIENA SOLIDARIETA' E APPOGGIO A GATTI»

«Piena solidarietà e appoggio alla giornalista Gatti. Come rappresentante dei poliziotti so perfettamente che a volte libertà, giustizia e verità hanno un prezzo da pagare quando si vogliono difendere. Anche noi nello svolgere il nostro lavoro a tutela di questi principi veniamo minacciati, per questo le siamo vicini». 

MIRIAM PALUMBO, COORDINATORE PROVINCIALE SULPL (Sindacato unitario lavoratori polizia locale): «FATTO INACCETTABILE»

«Abbiamo appreso dal quotidiano IlPiacenza quanto accaduto alla giornalista Emanuela Gatti. Il Sulpl esprime la massima solidarietà e vicinanza a Emanuela e alla sua redazione, i cui componenti sono esempio di professionalità e di giornalismo. Emanuela in particolare è l'emblema della sensibilità, qualità che è emersa in più di un'occasione e che abbiamo apprezzato moltissimo. Il dissenso si può manifestare, ma pacificamente, non certo con violenza fisica o verbale. Quello che è accaduto alla giornalista è inaccettabile per un Paese che si definisce civile. Confidiamo nella giustizia, poiché la violenza si deve condannare sempre, senza se e senza ma, verso chiunque e sotto qualsiasi forma. Inoltre va difeso anche il diritto di cronaca, quello vero ovviamente, quello volto a documentare senza strumentalizzazioni o secondi fini, ciò che accade. Guai se venisse a mancare».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento